A- A+
Malattie rare
Missione compiuta a New York: il racconto dei runners emofilici

Missione compiuta.

La magica New York ha il grande potere di regalare a tutti la sensazione di essere protagonista. È bastato scrivere il nostro nome a pennarello sulla maglia per far sì che fosse ripetuto migliaia di volte lungo tutto il percorso da persone di ogni età, etnia, nazionalità e religione da Staten Island a Central Park, passando per Brooklyn, il Queens, il Bronx, Harlem e Manhattan. Ed è proprio questo che ci ha dato quella spinta in più che ha permesso alla forza di volontà di condurci al traguardo ignorando le suppliche del nostro corpo che imponevano di fermarci. All’arrivo è stato difficile trattenere le lacrime, infatti qualcuno non ce l’ha fatta. In questo anno tra di noi si è creato un legame particolare, molto più forte di un’amicizia, una fratellanza. 

Ricordiamo ancora quando, quasi un anno fa, per la prima volta ci siamo trovati tutti nello studio del dottor Solimeno. Pochi di noi si conoscevano già, ma abbiamo capito subito che avremmo condiviso un’esperienza incredibile, di quelle che non si scordano mai. Nessuno dei ragazzi ha mostrato il minimo dubbio sulla partecipazione all’ambizioso progetto. Abbiamo inteso l’importanza di quello che i ragazzi stavano facendo solo dopo alcuni mesi di allenamento, quando la fatica e i rischi hanno cominciato a mostrarsi con tutta la loro forza e quando l’infortunio e l’intervento chirurgico di Gianluca ci hanno travolti, facendoci realizzare che stavamo facendo qualcosa che nessun’altro aveva osato fare: andare contro a tutti quelli che hanno sempre creduto che emofilia e protesi articolari fossero incompatibili con gli sforzi estremi. La tenacia dei ragazzi, che hanno voluto concludere l’impresa a tutti i costi ignorando il dolore e la fatica, sarà d’esempio per tutti quelli, emofilici e non, che vedono in queste difficoltà dei limiti e non degli stimoli. Ognuno di noi porterà nel cuore il ricordo di quei quattro giorni americani, con la consapevolezza di aver scritto una pagina nella storia della comunità degli emofilici. Eleonora Forneris, con la sua passione e dedizione, Pier Solimeno, Elisa Mancuso e Dènise Bestetti, con la loro professionalità, Massimo Cavallari, con la sua conoscenza della città e passione per lo sport, Gianpaolo De Poli, con il suo entusiasmo, e Marco Follino, con le sue qualità ancora tutte da scoprire, hanno aiutato i ragazzi ad incanalare la loro volontà e il loro coraggio nella realizzazione di un’impresa storica. Ci auguriamo che questo sia solo il primo passo di un lungo cammino che porterà tanti altri emofilici a trovare la forza per realizzare i propri sogni.

-Simone Scarlato, "Cassano": 5 ore 44 minuti e 15 secondi
"Un'esperienza unica. Avevo provato più volte ad immaginarla prima di partire ma nulla è come viverla. 42 km di colore musica e calore. Torno a casa consapevole che la forza di volontà e il cuore vanno oltre l'immaginazione..." Simone

-Salvo Anzaldi, "il keniano": 6 ore e 17 secondi
"Esperienza fortissima, vissuta come il meritato premio dopo un anno di preparazione intensa. Oltre a correre, lungo le strade di New York ho fatto di tutto per godermi i colori della città e il calore della gente. Ce l'ho fatta grazie all'allenamento che, al mio rientro in Italia, mi ha permesso di tornare alla vita di tutti i giorni senza accusare nessuna conseguenza.
Io e i miei compagni d'avventura abbiamo lanciato un messaggio forte che spezza un tabù e consegna a tutti gli emofilici del mondo un pieno di fiducia". Salvo

-Gianluca Teraschi, "il buono": 6 ore 9 minuti e 32 secondi
“Vorrei ricordare questa esperienza con tre grazie: a chi mi ha incoraggiato lungo le strade di NY per 42 km, anche se non mi conosceva, e a chi mi seguito da casa: entrambi sono stati il motore che mi ha spinto soprattutto negli ultimi chilometri. Agli amici che ho conosciuto in questi mesi di allenamento,che hanno corso con me, che hanno condiviso la fatica e la gioia di un evento unico. A coloro che hanno creduto che ogni frontiera di ieri, compresa quella medica, è il punto di partenza di domani: tutti insieme, abbiamo spostato la bandiera delle possibilità un po' più in là!”. Gianluca

-Alberto Audisio, "Batman": 6 ore 27 minuti e 15 secondi
"Dopo un lungo anno di faticosi allenamenti e sacrifici sotto molti aspetti l'emozione più grande è stata vivere quest'esperienza con serenità e capire che la mia/nostra maratona era già stata vinta lungo tutto il percorso che ci ha portato ad attraversare l'area di NY in lungo e in largo! Certo, avercela fatta tutti a tagliare il traguardo è un'ulteriore riprova che con le giuste accortezze tra cui la fisioterapia in primis siamo pronti ad affrontare qualsiasi sfida!" Alberto

-Roberto Centurame, "Robycop": 8 ore 37 minuti e 27 secondi
“Ti fai un programma mentale per il giorno della maratona e, proprio quel giorno, appena parti lo perdi. Sei costretto a camminare, e quando il tuo fisico e le articolazioni rovinate non ce la fanno più, è proprio in quel momento che la forza della mente ritorna e ti trascina per 8 ore, 37 minuti e 27 secondi fino all’arrivo, e oltre…” Roberto

Tags:
maratona-newyork-runners-emofilici

in vetrina
Grande Fratello Vip 3, Lory Del Santo nella Casa? Le parole di Scheri

Grande Fratello Vip 3, Lory Del Santo nella Casa? Le parole di Scheri

i più visti
in evidenza
"Mai amato Silvia Provvedi" Su Belen e Moric rivela che...

FABRIZIO CORONA CHOC

"Mai amato Silvia Provvedi"
Su Belen e Moric rivela che...

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nuova BMW X4, il SAV coupè dal carattere sportivo

Nuova BMW X4, il SAV coupè dal carattere sportivo

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.