A- A+
MediaTech
Antonio Polito e la lode (falsa) del modernismo

Antonio Polito apre oggi il Corriere della Sera con un editoriale -dal titolo “Bel mondo antico” - che vorrebbe essere ironico nei confronti del governo giallo - verde, che vuole la chiusura dei negozi la domenica, il caffè italiano e la naia obbligatoria.

Polito, che è giornalista acuto ma anche furbo, vuole farci credere che la modernità consista solo ed unicamente di vantaggi. Ed è vero che il “mondo moderno” presenta grandi comodità e grandi opportunità, anche di conoscenza, ma è veramente tutto bello? Oppure ci sono, come in ogni cosa che attiene all’umano, sia luci che ombre, sia opportunità che pericoli?

Polito attacca, ad esempio, Salvini che è contrario alla apertura milanese di Starbucks. Ma siamo veramente sicuri che il caffeone lungo made in Usa sia veramente un progresso rispetto al classico espresso o cappuccino italiano per cui siamo giustamente famosi nel mondo?

Oppure non si tratta solo dell’ennesima moda di scimmiottamento di un prodotto made in Usa?

È come se un italiano andasse negli Usa a vendere hamburger e patatine fritte fatte sotto il Vesuvio e gli americani facessero la fila nel deserto del Nevada per gustarli.

E poi ancora, Internet, il Web, i Social, le email, inizialmente sono sembrati un eldorado per l’umanità. Finalmente l’abbattimento di qualsiasi confine culturale e di mercato, tutti si possono conoscere, tutti possono vendere tutto a tutti, ma…poi abbiamo scoperto che Facebook e Twitter sono pieni di anonimi insultatori (quando va bene), che Wikipedia è faziosa, che Google fa come gli pare e chi più ne ha più ne metta. Il cellulare è bellissimo, ci permette un contatto continuo con il mondo, ma…anche qui c’è un “ma”. Siamo proprio sicuri che vogliamo essere sempre in contatto con tutti? E non vale spegnere il cellulare perché poi potremmo essere accusati di averlo spento.

Che belli i tempi in cui si usciva e nessuno ci poteva rompere le scatole. I guai sono iniziati con la segreteria telefonica

Insomma la tecnologia come la scienza è neutra, può dare grandissimi vantaggi, ma anche grandissime seccature.

Polito fa la retorica dell’esame di maturità del 1967 con la prova scritta di latino. Ci sono, nella foto bianco e nero pubblicata, tante signorine con gli occhiali, ben vestite e tanti “signorini” con la cravatta, tutti chini sui compiti con il vocabolario accanto. E chi ha detto che fossero più infelici di quelli di adesso con il cellulare e Cicerone che balla la samba su una spiaggia di Honolulu? E poi c’è una foto, sempre in rigoroso bianco e nero di “90° minuto” e cioè di quando la Tv, soprattutto sportiva, era pacata e non commentata da demoni urlanti come in una taverna dei pirati dei caraibi come è adesso.

E poi ancora una foto di soldati alla leva su un carro armato. Siamo proprio sicuri che i giovani debosciati che vediamo ora girare come zombi per le nostre strade con lo sguardo perduto nel cellulare siano meglio?

Quella che Polito ci presenta è una falsa immagine di felicità.

Nel presente si sono persi completamente i valori e sono solo quelli che danno senso all’esistere.

Polito ci fa il peana del moderno, ma i nostri genitori avevano il posto fisso. Non c’era l’Europa a bacchettarci ogni volta che volevamo stare un po’ meglio. Ora c’è solo il lavoro precario, quando un giovane lo trova tramite raccomandazione. E poi una volta c’era lo Stato, e l’Autorità aveva un senso. Ora se uno studente va male a scuola, perché è un emerito asino, i genitori se la prendono con l’insegante, non con lo studente. C’è stato un ribaltamento totale dei valori. E questo, caro Polito, che spiega perché quello che lei chiama “populismo” e  “sovranismohanno vinto nel mondo. E se continuano a vincere è lei si dovrà preoccupare, che fa parte di una élite, e non i miliardi di persone che nel suo Eden immaginifico mai potranno entrare.

 

 

 

 

 

 

Commenti
    Tags:
    antonio politocorriere della seramodernismointernetsovranismo

    in evidenza
    Il fatto della settimana Tria e Di Maio visti dall'artista

    Culture

    Il fatto della settimana
    Tria e Di Maio visti dall'artista

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello Vip 3: "Per Lory Del Santo porta aperta, sarà.." GF VIP 3 NEWS

    Grande Fratello Vip 3: "Per Lory Del Santo porta aperta, sarà.." GF VIP 3 NEWS

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Debutto al Paris Motor Show,la nuova Kia e-Niro

    Debutto al Paris Motor Show,la nuova Kia e-Niro

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.