A- A+
MediaTech
Beppe Grillo e Ultimo Tango a Parigi: a Rai2 inizia la rivoluzione di Freccero

Carlo Freccero va alla Rivoluzione. Dopo qualche settimana di "assestamento", il direttorissimo tornato alle redini di Rai2 è pronto a rivoltare da capo a piedi il palinsesto della seconda rete del servizio pubblico.

Visto il successo di ascolti dell'omaggio ad Adriano Celentano alla vigilia del compleanno del Molleggiato, Freccero ha deciso di creare un format che ospiti tributi a personaggi che hanno fatto la storia della televisione italiana. Il primo, il 28 gennaio prossimo, con protagonista Beppe Grillo. C'è Grillo sarà dedicato al comico genovese nella sua veste di animale da palcoscenico, quello di Te la do io l'America e Te lo do io il Brasile. Quello delle incursioni al Festival di Sanremo, quello di Luna Park e del primissimo Fantastico a fianco di Loretta Goggi e di quello condotto da Pippo Baudo che gli costò l'ostracismo della Rai. La scelta di omaggiare Grillo ha già infiammato le opposizioni che parlano di inopportunità di celebrare colui che, ancora, viene identificato con il Movimento 5 Stelle, pochi mesi prima delle elezioni regionali e amministrative.

Polemiche politiche a parte, il format frecceriano "C'è..." si estenderà poi al ricordo di Enzo Tortora e  di Gianfranco Funari (per l'occasione il programma diventerà Lucci incontra Funari, con la partecipazione di Enrico Lucci) e alla celebrazione di Roberto Benigni (idolo dei cosiddetti "radical chic" e bestia nera di leghisti e grillini). Lunedì 21 gennaio, invece - come già promesso in conferenza stampa - Carlo Freccero dedicherà un'intera serata al regista Bernardo Bertolucci con la coraggiosissima messa in onda di Ultimo tango a Parigi nella sua versione integrale (si prospettano interrogazioni parlamentari e moti di indignazione istituzionali e non).

Il 24 gennaio, invece, sarà la volta di un tributo ai Queen presentato da Morgan, che con "Freddie" introdurrà  autorevolmente anche il suo prossimo impegno come giudice nella nuova edizione di The Voice.

Scelte editoriali all'insegna della "nostalgia", insomma, ma pervase da subliminali meccanismi di rottura degli schemi e di provocazione neanche tanto velata. Una rivoluzione hegeliana, potremmo dire, di conservazione e al tempo stesso di superamento. Come Pollicino, Carlo Freccero sta lasciando delle briciole, tracciando un cammino verso una destinazione che solo lui conosce, e che potrebbe davvero porre le basi di una nuova Rai in un nuovo scenario politico globale. 

Commenti
    Tags:
    carlo freccerogrillo freccerofreccero m5sc'è grillobeppe grilloultimo tango a parigi versione integraleomaggio a bernardo bertoluccifreddie mercurymorganenzo tortoraroberto benignigianfranco funari
    Loading...
    in evidenza
    CECILIA, UN SELFIE BOLLENTE RODRIGUEZ SENZA REGGISENO

    TAYLOR MEGA, SHARM BOLLENTE

    CECILIA, UN SELFIE BOLLENTE
    RODRIGUEZ SENZA REGGISENO

    i più visti
    in vetrina
    Neymar gol: ecco la sensualissima Noa Saez. E il ritorno a Barcellona...

    Neymar gol: ecco la sensualissima Noa Saez. E il ritorno a Barcellona...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Vodafone presenta quattro soluzioni di guida assistita su rete 5G

    Vodafone presenta quattro soluzioni di guida assistita su rete 5G


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.