A- A+
MediaTech
Bianca Berlinguer e i cognomi famosi

Bianca Berlinguer, giornalista di lungo corso su Rai 3, viene intervistata dalla rivista online gay.it e racconta della fine del rapporto con il Tg3 durato 25 anni al nuovo programma @cartabianca che ha avuto un buon riscontro di pubblico.

Tuttavia non riesce, nell’intervista, a non cedere ad un certo fastidioso radicalchicchismo di ritorno, potremmo definirlo così, che coinvolge anche lei.

Infatti alla (solita) fatidica domanda:

“è mai stato difficile per lei essere la figlia di un uomo così importante?”

Non trova di meglio che rispondere:

“Non è stato facile essere sua figlia, così come non è semplice trovare la propria identità quando si è figli di un genitore che ha lasciato il segno come lui.”

Ed ecco il punto.

Portare un cognome famoso, soprattutto in un Paese come l’Italia, non pare proprio essere un fardello insopportabile che impedisce luminose carriere a danno della bravura. L’avere un cognome famoso, soprattutto nel mondo del giornalismo, aiuta eccome. Basti pensare al caso degli “Angelas”, intesi come Piero ed Alberto.

Bianca Berlinguer è una giornalista capace, ma ce ne sono tante e tanti come lei che magari facendo di cognome “Sgargiulo” (con tutto il rispetto) hanno avuto più problemi o, anzi, non sono partiti affatto.

In effetti il discorso è più ampio e dal personale si entra nel sociale, anzi nel sociologico.

Uscite come quella di ieri dello scrittore Sandro Veronesi con letterina a Saviano per imbarcare tutti i vip su un barcone pro-migranti, oppure l’appello di Gad Lerner in maglietta rossa con orologione Rolex al polso da Portofino, irritano profondamente la gente normale, che magari una volta era pure di sinistra e provoca il voto populista. Ma nonostante tutto, il richiamo del radical chic è troppo forte e nel nostro Paese impera ancora la retorica del “cognome famoso e quindi esistenza difficile” che è un assist su un vassoio d’argento per le critiche inferocite della Rete.

 

Tags:
bianca berlonguerpopulismoradical chic

in evidenza
Si ferma anche Calhanoglu Allarme infortuni, Gattuso in crisi

Milan News

Si ferma anche Calhanoglu
Allarme infortuni, Gattuso in crisi

i più visti
in vetrina
Zverev batte Djokovic: a 21 anni è il re delle Atp Finals 2018

Zverev batte Djokovic: a 21 anni è il re delle Atp Finals 2018

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Mercedes Classe E 300 de EQ Power, la prima diesel plug in hybrid

Mercedes Classe E 300 de EQ Power, la prima diesel plug in hybrid

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.