Angelucci fa causa a Wikimedia, chiesti 20 milioni di euro per danni

Il motivo? Alcune frasi ritenute diffamatorie pubblicate sull'enciclopedia online Wikipedia. Frieda Brioschi, Presidente di Wikimedia per l'Italia: "Noi non siamo responsabili di quello che viene scritto"

Sabato, 19 settembre 2009 - 09:22:00

di Francesco Oggiano


Giampaolo Angelucci
Angelucci versus Wikipedia. I patron della sanità italiana contro il colosso delle enciclopedie online. La battaglia è iniziata. Antonio e Giampaolo, rispettivamente padre e figlio della famiglia Angelucci, hanno citato in giudizio l'associazione culturale Wikimedia Italia, con l'accusa di aver diffuso affermazioni diffamanti e lesive dell'onore sul portale di Wikipedia Italia.

GLI SCANDALI GIUDIZIARI - L'atto fa riferimento ad alcune frasi contenute nelle voci dell'enciclopedia online. Nella prima, quella relativa a "Giampaolo Angelucci", si faceva riferimento ai guai con la giustizia dei proprietari della Tosinvest, la società attiva nel settore sanitario e al centro di diversi scandali giudiziari nel Lazio, in Puglia e in Abruzzo. Nella seconda voce, quella de "Il Riformista", si parlava del coinvolgimento della stessa società Tosinvest in altri scandali datati 2007.

20MILIONI DI EURO PER DANNI - Ben 20 milioni gli euro richiesti per danni; 10 a testa, padre e figlio. "La cifra così imponente è dovuta, secondo gli Angelucci, alla grande visibilità del portale - spiega ad Affari Frieda Brioschi, Presidente della divisione italiana di Wikimedia Foundation, associazione cui appartiene l'enciclopedia - Wikipedia è il quinto sito più visitato al mondo, tra i primi dieci in Italia".

"NESSUN PREAVVISO" - L'atto di citazione è arrivato a luglio: "Le affermazioni 'incriminate' - continua la Brioschi - si riferiscono a fatti comunque riportati da tutti i quotidiani nazionali, nulla di particolare. Frasi del tipo: "Giampaolo Angelucci si trova agli arresti domiciliari", quando invece era stato scarcerato da un po' di giorni. Ho chiamato l'help desk, chiedendogli di rimuovere la voce, per via della causa legale in corso. In precedenza - continua la Brioschi - avevamo avuto delle diffide, o comunque dei primi contatti da parte di avvocati che segnalavano alcune imprecisioni. Ma mai ci era pervenuta una citazione senza alcun preavviso. Se ci avessero chiamato, gli avremmo potuto spiegare che noi non siamo responsabili di nulla".

UNA CAUSA INTERNAZIONALE - E già, perchè la difesa di Wikimedia si baserà su due punti: l'incompetenza del Tribunale e la responsabilità personale. La causa è stata infatti intentata davanti al Tribunale di Roma: "Ma non è scontato che questo sia il foro competente" spiega Filippo Scornajenghi, avvocato della difesa.L'associazione ha sede ad Arcore, su cui è competente il Tribunale di Monza. Né dalla citazione traspaiono circostanze che legittimerebbero la competenza del Tribunale di Roma.

LA NATURA DI WIKIMEDIA ITALIA - Il dominio di Wikipedia è americano e, se proprio deve avere un padrone, quello è la Wikimedia foundation, con sede a San Francisco. Wikipedia Italia è soltanto la "versione in italiano" del celebre portale, non un sito a parte. L'associazione culturale Wikimedia Italia non è proprietaria dei server, non vi ha accesso e non ha il controllo del contenuto delle voci".

IL CONTROLLO DELLE VOCI - Controllo che, e questo è il secondo punto, spetta alla comunità. "La natura di Wikipedia è proprio questa - continua Scornajenghi - è una semplice comunità online. I contenuti sono creati e gestiti dagli utenti. Nell'atto si scrive addirittura che 'Wikimedia Italia ha accettato queste pubblicazioni sul proprio sito': ma noi non abbiamo nessun sito". E neanche una redazione; com'è scritto nello spazio dei credits, Wikipedia non garantisce un controllo formale delle voci.

IL PRECEDENTE FRANCESE - A rincuorare l'associazione c'è tuttavia un precedente: poco tempo fa Wikimedia France, accusata anch'essa di aver pubblicato affermazioni lesive, venne completamente scagionata perché non ritenuta proprietaria o gestore del sito, e dunque non responsabile dei contenuti lì sopra pubblicati.

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA