A- A+
MediaTech
Filippo Facci attacca Travaglio che difende Gaia Tortora

Gustoso siparietto mediatico per un assolato weekend di quasi estate:

il rude Filippo Facci attacca Marco Travaglio che difende Gaia Tortora che attacca Rocco Casalino che non vuole che i Cinque Stelle vengono alla sua trasmissione su La7.

Ricorda qualcosa? Ma sì! Il grande Angelo Branduardi e Alla fiera dell’Est

Dunque vicenda già complicata nelle premesse, figurarsi nello svolgimento dialettico.

Filippo Facci, è bene saperlo, ha una storia infinita di contrapposizioni con Marco Travaglio che si trascina ormai da anni fra sgarbi giornalistici e antipatie personali.

Questa volta la disputa nasce perché Gaia Tortora ha bacchettato con tono da maestrina sapiente i leghisti e i grillini che “non vogliono rispettare le regole” che vigono da quelle parti e cioè l’accettazione di un contradditorio con un particolare intervistatore.

A parte che uno è libero, si spera, di fare quello che vuole e quindi anche di declinare l’invito se c’è un giornalista killer che ce l’ha con lui pregiudizialmente (e ce ne sono), ma anche la comunicazione politica ha delle regole e Rocco Casalino (ora anche portavoce del premier Giuseppe Conte) ha le sue, chiamate acidamente in giro “Codice Rocco”, e si potrebbe anche dire che allora anche il talk show sapendolo si debba adattare se vuole un determinato ospite.

Oltretutto, la linea adottata finora da Corriere della Sera / La7 non è esattamente filogovernativa ed è ovvio che ci sia cautela mediatica.

Ma torniamo invece alla disputa.

Oggi su Libero, Facci risponde piccato a Travaglio con un articolo dal titolo emblematico: “Caro Travaglio, anche tu non mi volevi in Tv”: ormai siamo alla soap opera con rimostranze di gelosia da Via col Vento. “Non mi volevi più” (per fortuna la rimostranza è lavorativa e non sentimentale) … dice Facci che ormai ha dimenticato il suo endorsement a Travaglio quando il direttore de Il Fatto scrisse, qualche mese fa, che la (scorsa) “legislatura è da sciogliersi nell’acido” provocando le reazioni patellari dei politically correct.

Per non essere da meno della Tortora anche Facci ce l’ha con Casalino che aveva posto il veto su di lui per avere grillini a Virus condotto da Nicola Porro su Rai 2.

Insomma, la telenovela continua e rallegra i buchi mediatici lasciati dai politici che saggiamente se ne vanno al mare per due giorni.

Aspettiamo le prossime puntate.

 

Tags:
filippo faccimarco travagliogaia tortorarocco casalino

in evidenza
Coca Cola, ecco il nuovo spot "Babbo Natale sei tu". Video

MediaTech

Coca Cola, ecco il nuovo spot
"Babbo Natale sei tu". Video

i più visti
in vetrina
"The art of Banksy". Le opere del writer in mostra al Mudec di Milano

"The art of Banksy". Le opere del writer in mostra al Mudec di Milano

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Rimini Street Food, la prima guida ai cibi di strada, sbarca in televisione

Rimini Street Food, la prima guida ai cibi di strada, sbarca in televisione

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.