A- A+
MediaTech
Francesca Vecchioni lancia la Lega della comunicazione 'positiva'
Francesca Vecchioni

Debutta sabato 30 giugno 2018, in occasione della parata per il Milano Pride, la Lega Italiana Comunicatrici e Comunicatori Riuniti per la Diffusione Intergalattica del Lieto Fine, progetto ideato da Francesca Vecchioni, presidente di Diversity, che si propone di riunire sotto il segno dell’inclusività. tutte quelle realtà che operano nel campo della comunicazione e si distinguono per un approccio valorizzante e positivo nel trattamento delle diversità. Tante e importanti le adesioni delle aziende che sfileranno sul carro della Lega sotto l’hashtag #siatefavolose: Assocom, WPP Italia, Ogilvy, YAM112003, Arkage, Cookies, GoodMove, GroupM, Wavemaker, MediaCom, Mindshare, Asaponline, Kinetic sono state tra le prime a sposare il progetto.

"È compito di ogni comunicatrice e comunicatore rimuovere gli ostacoli mentali che, limitando di fatto la libertà di sognare, impediscono il pieno sviluppo dell’immaginario umano e l'effettiva partecipazione sociale al Lieto Fine" recita il primo articolo dello Statuto della Lega: una dichiarazione d’intento che si posiziona in difesa della comunicazione positiva e dell’utilizzo consapevole delle parole, per continuare a realizzare contenuti in cui ciascuno possa riconoscersi, a prescindere dall’orientamento sessuale e affettivo, religioso, dalla disabilità, dall’etnia, dal genere, dall’età.  

“La Lega Italiana Comunicatrici e Comunicatori Riuniti per la Diffusione Intergalattica del Lieto Fine è una coalizione, simbolica e provocatoria, che afferma il diritto di ciascun individuo a sognare il lieto fine perché ognuno possa davvero essere sé stesso. – Dichiara Francesca Vecchioni – È sempre più importante creare consapevolezza in termini di comunicazione, perché le parole contribuiscono in modo significativo a creare l’immaginario in cui ogni individuo si riconosce: saper comunicare con parole positive genera benessere sociale.”

La Lega per la Diffusione Intergalattica del Lieto Fine è promossa da Diversity (www.diversitylab.it) la no-profit che realizza progetti e ricerche dedicati all’inclusione sui temi della discriminazione di genere, età, orientamento sessuale, disabilità, religione, condizioni socio-economiche ed etnia unendo istituzioni, atenei, osservatori media e aziende.

Tags:
lega italiana comunicatrici e comunicatori riuniti per la diffusione intergalattica del lieto finefrancesca vecchionidiversity
in evidenza
Natale, tempo di acquisti online Il decalogo anti truffe della Polizia

Cronache

Natale, tempo di acquisti online
Il decalogo anti truffe della Polizia

i più visti
in vetrina
Elisa Isoardi: "La foto dell'addio tra me e Salvini? Non mi sono pentita di averla pubblicata perché..."

Elisa Isoardi: "La foto dell'addio tra me e Salvini? Non mi sono pentita di averla pubblicata perché..."

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
In Suzuki la sicurezza non è un optional

In Suzuki la sicurezza non è un optional

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.