A- A+
MediaTech
Il Giornale in crisi. Cosa succede al quotidiano di Berlusconi?

Una nota del Cdr vergata il 15 febbraio 2019 fa desumere inequivocabilmente che la crisi in casa Berlusconi sia ancora in alto mare, per quanto riguarda il quotidiano di punta della famiglia, che dal 1994 guida le battaglie su carta del Cavaliere. Altri tempi, altri budget, altri orizzonti politici.

“Una crisi che i vertici aziendali insistono a voler affrontare unicamente pretendendo di imporre ai dipendenti sacrifici economici ingiustificabili”, con un 30% di decurtazione del salario mensile, per gli oltre cento addetti.

Dipendenti che tentano di fare pesare il loro ruolo in questi anni per supportare Forza Italia: “Nei mesi che abbiamo davanti cadono importanti scadenze elettorali ed è fondamentale che in edicola i lettori trovino sempre il nostro quotidiano, che dalla sua nascita rappresenta una voce irrinunciabile per l’opinione pubblica italiana e un riferimento ancor meno rinunciabile per quella sua parte di orientamento moderato e di forti convinzioni liberali.”

Un monito che però ormai, ad un partito collassato attorno al 10%, totalmente marginale in ambito Nazionale e locale, con un leader alla soglia degli 83 anni, e la volontà di chiudere i rubinetti non più d’oro dell’erogazione dei milioni, pare cadere inascoltato.

Le trattative sindacali sono la camera iperbarica prima di giungere inevitabilmente alla camera mortuaria. Ormai tutti i giornali hanno il cappio al collo, eppure il cortocircuito nel foglio fondato dall’immenso Indro Montanelli dev’essere stato maggiore, visto che “i vertici aziendali non hanno presentato alcun piano di rilancio che consenta al Giornale di invertire la tendenza che vede un calo degli introiti da vendite e da pubblicità, calo ben più consistente rispetto alla media complessiva dei quotidiani nazionali.”

Perché Il Giornale perde più copie della concorrenza? Converranno i lettori che, un giornale d’opinione, se continua a perseverare su una linea non governativa se pure di centrodestra, quando oltre il 60% degli italiani spira sul vento del Cambiamento, inevitabilmente disaffeziona i lettori.

Panorama, altro settimanale in caduta libera edito da Mondadori sino alla vendita al direttore Belpietro, ha ritrovato slancio cambiando linea editoriale. Il problema è che non possono coincidere padrone e proprietario del giornale. Lo diceva Montanelli, ma forse vide troppo lontano per i suoi tempi.

Twitter @andrewlorusso

Commenti
    Tags:
    il giornalepaolo berlusconiberlusconi
    Loading...
    in evidenza
    Wanda Nara al Grande Fratello Vip Ufficiale anche Pupo. E poi...

    CAST, CONCORRENTI E NEWS

    Wanda Nara al Grande Fratello Vip
    Ufficiale anche Pupo. E poi...

    i più visti
    in vetrina
    ANNA FALCHI, LA SCOLLATURA FA DIMENTICARE LA PIOGGIA. Foto delle vip

    ANNA FALCHI, LA SCOLLATURA FA DIMENTICARE LA PIOGGIA. Foto delle vip


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Skoda.Octavia compie 60 anni, la nuova generazione è la “più bella di sempre

    Skoda.Octavia compie 60 anni, la nuova generazione è la “più bella di sempre


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.