A- A+
MediaTech
LetsApp, sfida finale nell'ambito dell'iniziativa di Samsung e MIUR

Il team del Liceo Scientifico Statale Alessandro Antonelli di Novara si è classificato primo con il project work Inclusive.

Sfida finale per i partecipanti della seconda edizione di LetsApp, il progetto di Samsungrealizzato in collaborazione con il MIUR nell’ambito delle iniziative promosse dal progetto “IoStudio –la Carta dello Studente” per avvicinare gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado italiane al mondo del digitale. L’hackathonconclusivo si è tenuto ieri, lunedì 5 novembre, presso il Samsung DistrictMilano. Primo classificato è stato il team del Liceo Scientifico Statale Alessandro Antonelli di Novara con il progetto Inclusive, un’app dedicata al mondo della ristorazione che offre la possibilità di scannerizzare e leggere i menu ad alta voce per gli utenti non vedenti o ipovedenti. Le ragazze di Inclusive sono state premiate con un viaggio di formazione didattica in Corea del Sud, progetto in partnership con il MIUR.

I team classificati dal secondo al quinto posto hanno ricevuto una fornitura di device mobile Samsung, grazie ai quali gli studenti potranno continuare a sperimentare nuovi progetti digitali e lavorare alle app in via di sviluppo e a nuove app.

LetsApp è un programma di mentoring e educazione alle nuove tecnologie dedicato ai ragazzi delle scuole italiane che, attraverso una piattaforma di e-learning, hanno avuto la possibilità di acquisire competenze di base sulla programmazione utilizzando il tool MIT App Inventor 2, con l’obiettivo di realizzare un’applicazione per smartphone su piattaforma Android

Le classi partecipanti, dopo aver completato i 10 moduli che compongono il corso, hanno presentato 418 project work, tra i quali sono stati selezionati i migliori 5. I team finalisti si sono sfidati ‘a colpi di codice’ durante l’hackathon milanese. 

Gli studenti e gli insegnanti che hanno mostrato maggiore entusiasmo e partecipazione in questa seconda edizione del progetto sono stati quelli del Molise, con il coinvolgimento del 39% delle scuole della regione, seguiti dai ‘colleghi’ della Puglia (con il 33% di scuole coinvolte), del Piemonte (30%) e della Liguria (29%). All’interno del corso i partecipanti hanno trovato gli strumenti fondamentali per lo sviluppo del progetto di una nuova app, dalla creazione del concept alla programmazione del codice, fino alle conoscenze di marketing indispensabili per promuovere il prodotto finale attraverso i canali di comunicazione offline e online (digital marketing, PR, social media etc.).

Durante la giornata finale a Milano i 5 migliori gruppi di lavoro hanno presentato il proprio progetto di applicazione incentrato sul tema della sicurezza. Gli studenti si sono sfidati anche in prove pensate per testare le loro soft skills, competenze trasversali essenziali per un inserimento efficace nel mondo del lavoro. A Milano si sono svolte sfide sul team building e il pensiero creativo e un test per sperimentare il livello di consapevolezza in tema di sicurezza online e di cyber education.

I progetti selezionati per il LetsApp Hackaton al Samsung District di Milano erano:

Nome App: Safe Air; Città / Istituto: Novara - Istituto Tecnico Industriale Giuseppe Omar

Nome App: Inclusive; Città / Istituto: Novara- Liceo Scientifico Statale Alessandro Antonelli

Nome App: SicurezzApp; Città /Istituto: Roma - IIS Federico Caffè 

Nome App: S@feRoad; Città / Istituto: Macerata - Istituto Tecnico Economico A. Gentili

Nome App: Stoplay!; Città / Istituto: Castellana Grotte (BA)- ITT Luigi Dell'Erba

LetsApp, le dichiarazioni

Mario Levratto, Head of Marketing & External Relations di Samsung Electronics Italia ha dichiarato ad Affaritaliani.it: “LetsApp è al termine della sua seconda edizione e siamo molto soddisfatti anche per gli oltre 400 project work ricevuti. LetsApp è uno dei nostri progetti di responsabilità sociale. Siamo contenti del contributo che abbiamo dato per fornire ai ragazzi un bagaglio tecnologico e formativo per cogliere opportunità che sono oggi sul mercato”.

VIDEO - Levratto, Samsung: "Soddisfatti di questa seconda edizione, speriamo di replicare l'anno prossimo"

 

Giuseppe Pierro, Dirigente dell'ufficio Welfare dello Studente e dell'Ufficio della Comunicazione del MIUR ha detto ad Affaritaliani.it: "LetsApp è un progetto che ha più finalità. Sicuramente quella educativa è la principale. Chiediamo ai ragazzi di sviluppare competenze in campo digitale per poterle sfruttare per il loro futuro, anche nel mondo del lavoro".

VIDEO - Giuseppe Pierro, MIUR: "Con LetsApp finalità educative e di tipo sociale"

Commenti
    Tags:
    letsappletsapp 2018samsungmiur

    in evidenza
    Oldani, lo chef sbarca su Rai 1 Ecco 'Alle Origini della Bontà'

    Spettacoli

    Oldani, lo chef sbarca su Rai 1
    Ecco 'Alle Origini della Bontà'

    i più visti
    in vetrina
    Lavazza, Crozza canta e balla in Paradiso per Natale. FOTO e VIDEO

    Lavazza, Crozza canta e balla in Paradiso per Natale. FOTO e VIDEO

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    La 124 Abarth protagonista nel nuovo video clip di Sting e Shaggy

    La 124 Abarth protagonista nel nuovo video clip di Sting e Shaggy

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.