A- A+
MediaTech
Nomine Rai: l'ad Salini a un bivio e il caso Salvini-Isoardi muta lo scenario

Il nodo spinoso delle nomine Rai è al momento accantonato, messo in secondo piano dalle diatribe sul Dl Sicurezza (che ieri ha incassato la fiducia al Senato), ma ovviamente il fuoco cova sotto le ceneri.

L'ad Fabrizio Salini si trova attualmente a un bivio: ascoltare le sirene della Lega e del M5s che vogliono piazzare i loro uomini e donne alla direzione delle varie reti Rai, o puntare i piedi e lasciare inalterato lo status quo? Per giunta, si fanno sempre più insistenti e striscianti le voci - piuttosto fantasiose - secondo cui Salini possa essere una sorta di "cavallo di Troia" renziano (proviene del resto dalla Stand By Me, società di produzione di Simona Ercolani, moglie di Fabrizio Rondolino, la cui sede era considerata fino a poco tempo fa una filiale del Nazareno). E soprattutto che Salini sia il trait d'union tra Renzi e Matteo Salvini, dando retta al pettegolezzo diffuso dalla firma del Corriere Maria Teresa Meli secondo il quale i due Mattei sarebbero avversari solo di facciata e dietro le quinte "alleati" per disgregare il m5s.

A parte la fantapolitica, ci si domanda se le candidature di Carlo Freccero per Rai1 e Casimiro Lieto, autore della Prova del Cuoco  e confidente strettissimo di Elisa Isoardi, siano ancora sul piatto. Specie il destino di quest'ultimo risulta quantomai nebuloso, vista la rottura drastica dei rapporti tra Salvini e la Isoardi, suggellata da tanto di foto-ripicca sui social network pubblicata da quest'ultima.

Ora che l'idillio si è spezzato, Casimiro Lieto finirà in disgrazia oppure la sua nomina continuerà a essere caldeggiata dal Ministro dell'Interno? Sta di fatto che a Viale Mazzini sono tutti in fibrillazione ed estenuati dal tira e molla sulle nomine che si protrae fin da prima dell'estate.

E con il governo dilaniato da faide sempre più centrifughe, alla Rai sono in molti a essere stanchi di doversi chiedere "di che morte dovranno morire" in attesa di un accordo tra le varie parti in causa, oltre a Fabrizio Salini, il presidente Marcello Foa, e le due anime del governo bicefalo, ovvero Lega e M5s, che continuano a tergiversare e a procrastinare la scelta dei direttori di rete, mantenendo in stallo una delle più importanti aziende italiane.

Commenti
    Tags:
    nomine raifabrizio salinicasimiro lietorottura matteo salvini elisa isoardim5slegacarlo freccero

    in evidenza
    Nuovo testo per il "Padre Nostro" Cambia il passo sulla tentazione

    Chiesa

    Nuovo testo per il "Padre Nostro"
    Cambia il passo sulla tentazione

    i più visti
    in vetrina
    Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

    Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

    Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.