A- A+
MediaTech
Vittorio Grigolo e la sospensione per molestie: è tutto un equivoco?
Vittorio Grigolo con Maria De Filippi e Ricky Martin
ad Amici

La notizia della sospensione di Vittorio Grigolo, attualmente il giovane tenore numero 1 al mondo, dalla Royal Opera House di Londra per "presunte molestie" ai danni di una ballerina, avvenute sul palcoscenico dinanzi al pubblico, ha scosso il mondo della Lirica internazionale e quello dello spettacolo italiano.

La dinamica dell'accaduto, a dar retta a varie testimonianze di presenti fra il pubblico, sarebbe stata la seguente: il tenore, durante l'ovazione degli spettatori per la chiamata sul palco del cast del Faust in cartellone a Tokio, avrebbe toccato per scherzo e preso dall'euforia la "pancia finta" (un attrezzo di scena in spugna volto a simulare una gravidanza) di una ballerina. Un corista, equivocando il gesto gloiardico del giovane tenore, gli ha intimato di smettere temendo un eventuale imbarazzo della donna, e a quel punto sarebbe stato mandato cordialmente "a quel Paese" da Grigolo. La ballerina, che nell'Opera interpreta una donna incinta, durante lo spettacolo offre la pancia (finta, come abbiamo detto) a Faust (nel caso specifico, Grigolo) per farsela toccare, ma egli rifiuta. In pratica, Grigolo - durante gli applausi del pubblico, e quindi di fronte a una platea sconfinata di persone - per scherzo l'avrebbe poi toccata, come già scritto, per goliardia. Insomma, niente "palpeggiamenti", o comunque nel caso sarebbero stati perpetrati a un attrezzo di scena, una finta pancia di spugna, insomma. 

Questo episodio, se davvero così si è svolto, e che in Italia avrebbe strappato qualche risata, in Gran Bretagna e negli Usa dominati dal movimento #MeToo ha comportato al tenore la sospensione non soltanto dalla Royal Opera House ma anche dal Met Opera.

Dal momento che è in corso un'indagine per verificare nei dettagli l'accaduto, sarebbe dunque il caso di sospendere il giudizio e non lanciarsi in processi sommari su Internet, ricordando anche casi recenti di gogne pubbliche di presunti molestatori che poi sono stati completamente scagionati. Non prima, tuttavia, di vedere la propria carriera gravemente danneggiata.

Riservandoci di tornare sull'argomento quando saranno trapelati ulteriori particolari e la vicenda sarà più cristallina, invitiamo dunque a non condannare né assolvere il giovane Grigolo, ma di registrare l'evento auspicando che il tutto venga chiarito al più presto e che si possa tornare ad ascoltare la splendida voce del tenore ed ex coach di Amici con l'entusiasmo sincero di sempre. 

 

Tags:
vittorio grigolomolestiesospesocoach amici vittorio grigolomaria de filippiroyal opera housemet operamolestie vittorio grigoloequivoco molestie grigoloricky martinmetoo
Loading...
in evidenza
Marcuzzi, un mare di 'nostalgia' Senza reggiseno. E lato B..

TAYLOR MEGA, SHARM BOLLENTE

Marcuzzi, un mare di 'nostalgia'
Senza reggiseno. E lato B..

i più visti
in vetrina
Milan, Piatek e... l'obiettivo 70 milioni di euro

Milan, Piatek e... l'obiettivo 70 milioni di euro


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Ford svela la nuova Mustang Mach-E da 465 CV

Ford svela la nuova Mustang Mach-E da 465 CV


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.