A- A+
Medicina
Celiachia novità ricerca: scoperta molecola per la cura della celiachia

CELIACHIA TROVATA POSSIBILE CURA ECCO LA TERAPIA CHE PREVIENE I PROBLEMI INTESTINALI

Celiachia, in arrivo una possibile terapia che blocca le infiammazioni dovute al glutine: scoperta una molecola chimica che protegge le cellule dell'intestino. 

Un team di ricercatori dell’Università di Padova ha scoperto che l'Ivacaftor previene i problemi intestinali causati dalla celiachia. La scoperta apre così le porte ad una possibile cura della malattia. Lo studio sulla celiachia è stato pubblicato sulla rivista The Embo Journal

CELIACHIA NOVITÀ RICERCA

"La nostra ricerca - spiega il Dott. Giorgio Cozza del Dipartimento di Medicina Molecolare dell’Università di Padova - ha evidenziato come il più importante di tali frammenti (P31-43) sia in grado di legarsi ad una proteina, il canale del cloro CFTR, inibendone l’attività e causando, attraverso l'attivazione dell'enzima Transglutaminasi 2, il tipico stress epiteliale che si riscontra nella celiachia". 

"Questi risultati sono stati ottenuti utilizzando molteplici approcci - dice il dottor Andrea Venerando, del Dipartimento di Biomedicina Comparata e Alimentazione dell’Università di Padova - partendo da studi computazionali fino a studi in vivo, passando attraverso analisi biochimiche, di biologia cellulare e molecolare. E' interessante notare che un simile squilibrio delle cellule epiteliali intestinali avviene anche nei pazienti malati di Fibrosi Cistica, dove il canale CFTR presenta diverse mutazioni genetiche". 

CURA CELIACHIA 2018

Grazie a questo collegamento, i ricercatori firmatari dello studio hanno proposto un approccio terapeutico innovativo, sfruttando una molecola chimica (Ivacaftor), approvata dall'FDA e dall'EMA per il trattamento di pazienti malati di Fibrosi Cistica. 

L'utilizzo di Ivacaftor ha mostrato risultati incoraggianti sia in vivo, su modelli di topo sensibile al glutine, che ex vivo su cellule e tessuti prelevati da pazienti celiaci. In particolare, i ricercatori hanno dimostrato che l'Ivacaftor protegge le cellule epiteliali dagli effetti dannosi della gliadina e previene le manifestazioni intestinali indotte dalla ingestione di glutine in topi sensibili.
 

Commenti
    Tags:
    celiachiaceliachia novitàultime scoperte sulla celiachiacura celiachia 2018celiachia novità ricerca
    in evidenza
    De Lellis-Iannone, che passione Il pilota le bacia i piedi. Lei.. Video

    La coppia dell'estate. I gossip

    De Lellis-Iannone, che passione
    Il pilota le bacia i piedi. Lei.. Video

    i più visti
    in vetrina
    Temptation Island 2019, Ilaria in lacrime per Massimo e Federica. TEMPTATION ISLAND 2019 NEWS

    Temptation Island 2019, Ilaria in lacrime per Massimo e Federica. TEMPTATION ISLAND 2019 NEWS


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nissan svela il concept van e-NV200 a zero emissioni per i gelati

    Nissan svela il concept van e-NV200 a zero emissioni per i gelati


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.