A- A+
Medicina
Infarto, diagnosi precoce grazie ad un marcatore scritto nel sangue

Infarto, come riconoscerlo: scoperto il marcatore nel dna

L’infarto miocardico è una delle principali cause di morte e disabilità. In Italia muoiono infatti circa 70mila persone ogni anno.

Adottare uno stile di vita sano è molto importante per prevenire il problema, ma oggi una nuova scoperta renderebbe possibile la diagnosi precoce. Secondo uno studio pilota, pubblicato sulla rivista Plos One, è possibile giungere ad una diagnosi precoce grazie ad un marcatore presente nel sangue che indica il rischio di infarto.

Infarto, diagnosi precoce grazie al marcatore nel dna

Lo studio è stato condotto dai ricercatori della Sezione di Genetica Medicina del Policlinico Tor Vergata di Roma, con a capo Giuseppe Novelli ed i ricercatori della Sezione di Cardiologia dell’Università e del Policlinico Tor Vergata, guidati da Franco Romeo.

Per la ricerca, gli esperti hanno coinvolto pazienti con malattia coronarica stabile senza infarto e pazienti con malattia coronarica instabile, ossia con infarto. Il fine era quello di individuare chi fosse a rischio di infarto acuto in un breve tempo, identificando le varianti molecolari che funzionano come biomarcatori.

I ricercatori si sono concentrati sull’espressione dei “messaggeri” di RNA non codificante, che circola nel sangue, microRNA. Fra 84 diversi microRNA espressi nella circolazione sanguigna, è stato indentificato il comportamento “anomalo” di MiR 423. Gli esperti si sono accorti che nei pazienti con malattia coronarica subito dopo l’infarto i livelli erano molto bassi rispetto a quelli dei pazienti con malattia coronarica stabile. I ricercatori hanno di conseguenza rilevato che quel biomarcatore genomico è identificativo di un evento acuto.

Infarto: la diagnosi precoce dell’evento acuto

"Non è il primo biomarcatore dell'infarto finora identificato, ma è il più importante” ha spiegato Novelli. “Consente, infatti, di individuare in un gruppo di soggetti a rischio, quelli a rischio più elevato e che necessitano di interventi terapeutici e preventivi immediati. Pertanto apre le porte alla medicina personalizzata o di precisione".

Il rischio di infarto è dunque diagnosticabile grazie al biomarcatore presente nel sangue. Si tratta di una scoperta molto importante, soprattutto per coloro i quali sono a rischio di un evento acuto a breve.

Commenti
    Tags:
    infartoinfarto miocardicoinfarto del miocardoinfarto sintomiinfarto come riconoscerloinfarto avvieneinfarto come vieneinfarto come salvarsiinfarto diagnosiinfarto rischiinfarto diagnosi precoce
    in evidenza
    Brigitte Macron torna a insegnare Prof in una scuola per disoccupati

    Affari Europei

    Brigitte Macron torna a insegnare
    Prof in una scuola per disoccupati

    i più visti
    in vetrina
    Temptation Island Vip 2, una coppia abbandona. Temptation Island Vip 2019 News

    Temptation Island Vip 2, una coppia abbandona. Temptation Island Vip 2019 News


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Citroën C4 e Grand C4 Spacetourer: il motore benzina puretech 130 S&S che risp

    Citroën C4 e Grand C4 Spacetourer: il motore benzina puretech 130 S&S che risp


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.