A- A+
Medicina
La solitudine fa male al cuore, raddoppia la mortalità nel reparto cardiologia

LA SOLITUDINE FA MALE: DANNEGGIA SERIAMENTE LA SALUTE

La solitudine fa male e, quando non è volontaria, può raddoppiare la mortalità dopo il ricovero in cardiologia. Un effetto più sensibile negli uomini.
Vivi da solo? Se ti viene posta questa domanda alla fine di un servizio di cardiologia, non è solo per questioni pratiche o empatia, ma perché la solitudine, reale o sentita, aumenta notevolmente il rischio di morte l'anno successivo. 

LA SOLITUDINE FA MALE AL CUORE E METTE A RISCHIO LA VITA

Dunque un cuore indebolito sarebbe più vulnerabile all'isolamento sociale? Sì, ma in un modo diverso per un uomo e una donna, come notato da Anne Vinggaard Christensen, la ricercatrice del Copenhagen University Hospital che ha condotto lo studio,  presentato poi al EuroHeartCare 2018, il congresso della Società europea di cardiologia.

La ricercatrice ha raccolto dati da tutti i pazienti ospedalizzati tra aprile 2013 e aprile 2014 in uno dei cinque centri di cardiologia della Danimarca, compresa il suo, con oltre 13.000 persone, di età media 65 anni. La metà era stata ospedalizzata per infarto del miocardio e un terzo per aritmia cardiaca, il resto per insufficienza cardiaca o malattia della valvola cardiaca. La maggioranza (70%) erano uomini. Ma ciò che la ricercatrice scopre è che quelli che vivevano da soli avevano il doppio delle probabilità di morire rispetto agli altri nell'anno dopo che avevano lasciato l'ospedale. Un eccesso di rischio che non si riscontra nelle donne!

LA SOLITUDINE FA MALE ALLA SALUTE: RADDOPPIA LA MORTALITÀ POST RICOVERO

"Ricerche precedenti hanno dimostrato che gli uomini usano principalmente le loro mogli come supporto primario, mentre le donne spesso hanno più persone di supporto che non sono i loro mariti", afferma al Le Figaro Anne Vinggaard Christensen, "gli uomini sembrano più dipendenti delle donne dalla persona con cui vivono ".

Ma la cosa più sorprendente è che la solitudine raddoppia anche la mortalità nell'anno dopo la dimissione dall'ospedale e questa volta sia per gli uomini che per le donne.

Nello studio danese, i pazienti dovevano semplicemente rispondere alla seguente domanda: "Ti capita di essere solo anche quando preferiresti stare con altre persone?" Era "spesso" il caso per 6 % degli uomini e il 10% delle donne, ed è stato "a volte" per il 17% degli uomini e il 21% delle donne. "Sapevamo che esisteva un'associazione tra la solitudine e la salute, ma il risultato ci ha sorpreso” afferma Anne Vinggaard Christensen.
 

Tags:
solitudinela solitudine fa male al cuorela solitudine fa malela solitudine fa male alla salute

in evidenza
Las Vegas rompe il tabù Primo museo sulla cannabis

Costume

Las Vegas rompe il tabù
Primo museo sulla cannabis

i più visti
in vetrina
Emporio Armani, parata di vip. Federica Pellegrini sensuale in minigonna. FOTO

Emporio Armani, parata di vip. Federica Pellegrini sensuale in minigonna. FOTO

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nuova BMW X4, il SAV coupè dal carattere sportivo

Nuova BMW X4, il SAV coupè dal carattere sportivo

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.