A- A+
Medicina
Tumore della prostata: Bayer chiede ad EMA l’autorizzazione per darolutamide

Tumore della prostata: Bayer ha sottomesso la richiesta di autorizzazione alla commercializzazione (MAA) alla Agenzia Europea del Farmaco (EMA) di darolutamide, un nuovo antiandrogeno non steroideo, per il trattamento dei pazienti affetti da carcinoma della prostata resistente alla castrazione non metastatico (nmCRPC).

La sottomissione ad EMA si basa sui dati dello studio di Fase III ARAMIS in pazienti con nmCRPC, recentemente presentati al congresso internazionale sui tumori genitourinari (American Society of Clinical Oncology Genitourinary Cancers Symposium, ASCO GU) a San Francisco e simultaneamente pubblicati sul The New England Journal of Medicine.

I dati documentano un miglioramento nella sopravvivenza libera da metastasi (MFS) per darolutamide in associazione a terapia di deprivazione androgenica (ADT). In particolare, darolutamide ha ridotto del 59% il rischio di metastasi o morte in pazienti colpiti da carcinoma prostatico resistente alla castrazione non metastatico.

“I pazienti sono solitamente asintomatici in questa fase di malattia. Tuttavia, è importante che abbiano a disposizione opzioni terapeutiche che non soltanto ritardino lo sviluppo di metastasi, ma anche limitino gli effetti collaterali correlati al trattamento, perchè possano continuare la loro vita quotidiana” ha affermato Scott Z. Fields, M.D., vice presidente senior e responsabile dello Sviluppo oncologico nella divisione Pharmaceuticals di Bayer. “Con questa sottomissione, stiamo facendo un passo importante per fornire ai pazienti, ai loro caregivers e ai clinici un potenziale nuovo trattamento per il nmCRPC.”

Bayer ha ricevuto dall’ente regolatorio statunitense (Food and Drug Administration, FDA) la designazione "Fast Track" per darolutamide nei pazienti affetti da nmCRPC.

Darolutamide viene sviluppato in maniera congiunta da Bayer e Orion Corporation, un'azienda farmaceutica finlandese operante su scala mondiale.

Bayer ha recentemente completato la sottomissione dei documenti autorizzativi alla FDA e la sottomissione al Ministero della Salute, Lavoro e delle Politiche Sociali (MHLW) in Giappone. Bayer è inoltre in fase di discussione con le altre autorità regolatorie per le sottomissioni. 

 

Informazioni sul disegno dello studio ARAMIS

Lo studio ARAMIS è uno studio di fase III, multicentrico, randomizzato, in doppio cieco, controllato verso placebo, disegnato per valutare sicurezza e efficacia di darolutamide per via orale in pazienti affetti da nmCRPC in fase di trattamento con ADT come terapia standard, e ad alto rischio di sviluppare malattia metastatica. 1.509 pazienti sono stati randomizzati in rapporto 2:1 a ricevere 600 mg di darolutamide due volte al giorno o placebo in associazione ad ADT.

 

Informazioni sul carcinoma prostatico resistente alla castrazione (CRPC)

Il carcinoma prostatico è il secondo tumore più diagnosticato nella popolazione maschile in tutto il mondo. Si stima che nel 2018, nel mondo, 1,2 milioni di uomini abbiano ricevuto una diagnosi di carcinoma prostatico e circa 358.000 siano deceduti a causa di questa patologia. Il carcinoma prostatico rappresenta la quinta causa di decesso per tumore negli uomini. Il carcinoma prostatico deriva dalla proliferazione anomala delle cellule all'interno della ghiandola prostatica, una parte dell'apparato riproduttivo maschile. Interessa prevalentemente gli uomini di età superiore a 50 anni e il rischio aumenta con l'avanzare dell'età. Le opzioni terapeutiche variano dalla chirurgia alla radioterapia fino alla terapia con antagonisti dei recettori ormonali, ossia sostanze che bloccano la produzione di testosterone o ne inibiscono l'effetto nella sede target. Tuttavia, in quasi tutti i casi, alla fine il tumore diventa resistente alla terapia ormonale tradizionale. 

Il CRPC è una forma avanzata della patologia in cui il tumore continua a progredire anche in seguito alla riduzione della quantità di testosterone a livelli molto bassi nell'organismo. Le opzioni terapeutiche per i pazienti resistenti alla castrazione sono in rapida evoluzione ma, fino a poco tempo fa, non vi erano armi per i pazienti affetti da CRPC che presentavano un aumento dei livelli di antigene prostatico specifico (PSA) durante l'ADT e nessuna metastasi rilevabile. Negli uomini affetti da nmCRPC progressivo, un breve tempo di raddoppiamento del PSA è stato associato in maniera significativa a una riduzione del tempo alla comparsa della prima metastasi e alla morte.

http://www.affaritaliani.it/medicina/tumore-della-prostata-darolutamide-riduce-del-59-il-rischio-di-metastasi-591889.html

Commenti
    Tags:
    tumore della prostata; bayer; darolutamide
    in evidenza
    Miley Cyrus choc, senza veli La foto che infiamma i fans

    GOSSIP

    Miley Cyrus choc, senza veli
    La foto che infiamma i fans

    i più visti
    in vetrina
    Isola dei famosi 2019, lutto per Marco Maddaloni. Isola dei Famosi 2019 news

    Isola dei famosi 2019, lutto per Marco Maddaloni. Isola dei Famosi 2019 news


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Peugeot festeggia mezzo secolo di attività in Italia

    Peugeot festeggia mezzo secolo di attività in Italia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.