Milano/ Gabriele Albertini ad Affaritaliani.it: “Cai molli gli slot. La penalizzazione di Malpensa? E’ la logica conclusione di un percorso”

Mercoledì, 14 gennaio 2009 - 10:20:00

IL RITORNO
DI ALBERTINI

Uno scenario incredibile. Eppure, dopo la tensione degli ultimi giorni, c'è chi vocifera di grandi manovre a Milano. Manovre che, a dire la verità, sono cominciate già mesi fa - come aveva preannunciato Affari - e che vedono Letizia Moratti contrapposta a Silvio Berlusconi. Manovre che, nell'ultimo periodo, si sono clamorosamente accelerate, sull'onda della salita sulle barricate di donna Letizia. Dopo aver incassato, in un sol giorno, l'addio a Malpensa e lo stop a Glisenti nell'Expo, Letizia Moratti ha usato parole roventi da Lucia Annunziata. Il Cavaliere non l'ha presa bene.

Secondo alcune fonti di Affari, i toni si sono alzati, e in alcune telefonate roventi sull'asse Roma-Milano, Berlusconi avrebbe illustrato ai fedelissimi (leggi: Podestà), la tattica da seguire. Primo: andare avanti con il progetto che vede Bertolaso alla guida dell'Expo in qualità di commissario straordinario (quindi, esautorazione della Moratti). Secondo: sistemazione di tutti i consiglieri comunali di Palazzo Marino in posti di prestigio all'interno della galassia di potere berlusconiana. Terzo: sfiducia al sindaco in carica e nuove elezioni sotto la Madonnina già a novembre. Con un colpo di teatro finale: il gran ritorno di Gabriele Albertini. Il ritorno di Albertini avrebbe anche la funzione di rasserenare il clima in ottica europee. Per ora ancora nessuno si sbilancia, nessuno conferma. Ma la voce gira con insistenza, anche malgrado le dichiarazioni dell'ultim'ora del Cavaliere, che afferma: "La vedo domani lungamente e mettera' sul tavolo tutti i problemi. Ho visto - aggiunge il presidente del Consiglio - qualche giornale che titola 'scontro'. Ma quale scontro? Io non ho nessuno scontro con nessuno".

Ira di Berlusconi contro la Moratti. Così lady Letizia si è giocata il futuro

Malpensa/ Formigoni: "Piano industriale di Cai è inaccettabile per il Nord"

Malpensa/ Il Pd presenta una campagna contro la svendita di Alitalia

Milano/ Expo, la telenovela non è finita. I rumors di Affari: a Roma si prepara il siluro alla Moratti, che intanto vince il primo round

di Fabio Massa

Gabriele Albertini parla chiaramente, sulla questione di Malpensa. Le sue parole su Cai sono durissime: "Ha avuto la moglie ubriaca e la botte piena. Ma anche l'uva sugli alberi no: bisogna che si liberalizzino subito gli slot e che la tratta Milano-Roma non sia suo monopolio", spiega ad Affaritaliani.it. Poi l'europarlamentare, sindaco di Milano per due mandati, spiega: "Non voglio fare dichiarazioni sull'operato della Moratti. Certo è che le decisioni contano molto di più delle parole. Ed è il governo che decide".

Onorevole Albertini, alla fine AirFrance ce l'ha fatta. E Malpensa soffrirà...
Voglio spiegare compiutamente la mia posizione. Sono stato d'accordo con l'impostazione dell'attuale Governo quando sosteneva, ancora all'opposizione, l'opportunità di una cordata italiana.

Perché?
Perché il nostro è un Paese turistico e l'italianità non era solo una bandiera sventolata, ma un problema pratico.

Insomma, lei era contro AirFrance.
Sì, perché l'obiettivo di AirFrance era di comprarsi il traffico italiano per poi dislocarlo sui suoi aeroporti.

Che è, poi, quello che sta facendo oggi...
Eh sì. In modo un po' diverso, perché allora AirFrance avrebbe versato parecchio per pagare anche i debiti di Alitalia. Oggi, invece entra al 25 per cento. Ma la cosa preoccupante è che il piano industriale è rimasto sostanzialmente lo stesso di allora.

Quindi, Cai non è stata un buon affare.
Mi spiego meglio con un detto. Cai ha avuto la moglie ubriaca, con i 4 miliardi della bad company. Ha avuto la botte piena, perché gli è stata lasciata la scelta del partner. Per capirci: non la si è obbligata a trovare un partner che avesse un obiettivo diverso sulla valorizzazione di Malpensa. Oggi però vuole anche l'uva sugli alberi, con il monopolio delle tratte redditizie come il Milano-Roma. In più vuole anche in riserva non utilizzabile da altri gli slot che lascia liberi. Questo è inaccettabile.

Cosa deve fare il Governo?
Intervenire subito, con decisione. Deve essere coerente verso il Paese e l'elettorato. E' incredibile: in altri territorio, quando si dice Expo, si apre un aeroporto intercontinentale, qui invece lo si sta andando a chiudere. E' assurdo poi il fatto che una struttura finanziata per essere internazionale viene cancellata da una decisione privata incompatibile con gli interessi nazionali.

0 mi piace, 0 non mi piace


Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

LA CASA PER TE

Trova la casa giusta per te su Casa.it
Trovala subito

Prestito

Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
SCOPRI RATA

BIGLIETTI

Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
PUBBLICA ORA