Affare Fatto

Storie di eccellenze lombarde

A- A+
Affare Fatto
Con Green Match la moda sostenibile e solvent free diventa realtà

Con Green Match la moda sostenibile e solvent free diventa realtà

di Debora Bionda

Lo indossiamo senza saperlo e più spesso di quanto si possa pensare. Lo si trova nelle giacche sportive, per esempio, ma anche nei reggiseni. Stiamo parlando del poliuretano, un polimero impiegato nella produzione di un’ampia varietà di materiali, la cui lavorazione ha un impatto negativo sulla salute dell’uomo e sull’ambiente.

Per fortuna, c’è chi non ci sta. C’è chi, pur lavorando proprio con questo polimero ha deciso di ridefinire completamente la sua elaborazione in un’ottica sostenibile. Nasce così Green Match, un progetto che vede come capofila l’azienda Framis Italia Spa e che ha potuto contare su un prezioso contributo dell’Assessorato RicercaInnovazione, Università, Export e Internazionalizzazione di Regione Lombardia, grazie ai fondi POR FESR 2014-2020. Abbiamo incontrato Isabella Marchese, project manager di Green Match, per farci raccontare in cosa consiste questo ambizioso, quanto importante progetto.

“La lavorazione del poliuretano, prodotto utilizzato in tantissimi settori, non solo nella moda, prevede – spiega Isabella Marchese - l’utilizzo di solventi che sono sostanze chimiche pericolose sia per l’uomo sia per l’ambiente. L’obiettivo di Framis Italia Spa, azienda che ha appena compiuto 40 anni e che opera nel settore moda top gamma, è quella di eliminare i solventi e ripensare completamente la propria produzione in un’ottica di sostenibilità. Allo scopo sono stati coinvolti un’azienda chimica della filiera, IMA Srl, che lavora i solventi “incriminati” per la produzione di pelli sintetiche, il Laboratorio di Materiali e Polimeri LaMPo del dipartimento di chimica dell’Università degli Studi di Milano e il centro di ricerca Centrocot, operante nel settore tessile.”

 A che punto è Green Match?

“Il progetto è quasi finito. Abbiamo iniziato nel gennaio 2017, l’approvazione del contributo da parte di Regione Lombardia è arrivata nel 2018 e il tutto si dovrebbe chiudere nel dicembre 2019.”

Ci sarà un brevetto?

“Sono state individuate diverse linee di ricerca perché si è deciso di provare tutte le strade possibili per arrivare all’obiettivo del progetto. Nell’ambito di Green Match, Framis ha per la prima volta sviluppato il prodotto tramite processi di estrusione e in quest’ambito è stato avviato il percorso di brevettazione a livello nazionale.”

Quali sono i tratti distintivi di Green Match?

“Una delle caratteristiche principali del progetto è che il team è composto per la maggior parte da donne che ricoprono anche ruoli apicali. L’amministratore delegato di Framis è una donna, così come la responsabile di IMA. Il resto del team è principalmente femminile. In secondo luogo, non bisogna dimenticare l’impatto occupazionale che il progetto ha generato; si sono aperte nuove posizioni, ricoperte in gran parte da giovani. Attualmente, il team di Green Match è composto per il 53,8% da donne (35 su 65) e per il 36,9% da giovani under 35 (24 su 65). Quest’ultimo dato risulta ancora più significativo se si includono anche le risorse che hanno compiuto 35 anni nel corso di realizzazione del progetto. Considerando anche queste risorse, la percentuale di giovani nel team sale al 40%. Il terzo aspetto caratterizzante è che stiamo parlando di un’innovazione che consentirà di ottenere un vantaggio competitivo importante perché si riuscirà a proporre un prodotto sostenibile, la cui sostenibilità si potrà misurare e certificare.”

Prepariamoci, dunque, a una rivoluzione nel settore tessile. Questa cordata lombarda, giovane, rosa è davvero determinata e non poteva che essere supportata da chi crede nello sviluppo a servizio della collettività come l’Assessorato RicercaInnovazione, Università, Export e Internazionalizzazione di Regione Lombardia, che seleziona scrupolosamente i progetti più meritevoli di ricevere finanziamenti che rendono possibile ciò che altrimenti non sarebbe possibile portare avanti visti gli elevati costi che implicano innovazione e ricerca.

 

Commenti
    Tags:
    green match
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    I 'globalcapitalisti' amministrano anche il dissenso: Sardine loro creatura
    di Diego Fusaro
    Bibbiano e i bambini rubati: ma siamo sicuri che il sistema esista?
    di Annamaria Bernardini de Pace*
    Ditta individuale o Srl: quale forma giuridica scegliere?
    di Gianluca Massini Rosati


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.