A- A+
Milano
Aggredito con acido, fermato il complice
Alexander Boettcher e Martina Levato

Il gip di Milano Giuseppe Gennari ha convalidato il fermo di Andrea Morgagni, il 32enne bancario accusato di concorso in lesioni gravissime assieme ad Alexander Boettcher e Martina Levato nell'agguato con l'acido ai danni del 22enne Pietro Barbini. Morgagni era stato fermato dopo un lungo interrogatorio in Questura a Milano durante il quale era caduto piu' volte in contraddizione.

Il giudice ha accolto la richiesta firmata dal pm Marcello Musso e disposto la custodia cautelare in carcere. Morgagni, detenuto a Opera, e' accusato di aver partecipato all'aggressione ai danni di Barbini. In particolare, il giovane bancario avrebbe accompagnato Martina Levato in via Giulio Carcano dove si e' consumato l'assalto al giovane che rischia di perdere un occhio a causa del contatto con l'acido muriatico.

Tags:
aggreditoacidocomplice


A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Economia e management secondo Corsera e Bocconi. Una nuova collana editoriale
di Paolo Brambilla - Trendiest
La verità dietro il caso Casalino-Mef
di Angelo Maria Perrino
Giancarlo Prandelli a Pisacane Arte. "Mani in Pasta" gli dedica ... una pizza
di Paolo Brambilla - Trendiest

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.