A- A+
Milano
Bando periferie, crepe nel fronte Lega-M5S. Sala: "L'Anci faccia ricorso"
Beppe Sala

Bando periferie, crepe nel fronte Lega-M5S. Sala:  "L'Anci faccia ricorso"

Non si placano le polemiche contro il "congelamento" dei fondi ai Comuni inserito nel Milleproroghe. Ma non sono più solo gli amministratori locali delle opposizioni a protestare. Piano piano si fanno sentire le voci anche di alcuni primi cittadini leghisti e pentastellati, iniziando da Vicenza e Livorno. Insomma, anche  i primi cittadini "amici" dell'Esecutivo sono preoccupati dei fondi che potrebbero non arrivare.

C'è però da dire che per molto amministratori del M5S si tratta di una polemica paradossale. "Facciamo chiarezza sulla polemica sui fondi ai Comuni, paradossale e del tutto pretestuosa". Lo dicono i portavoce comunali di Napoli del Movimento 5 stelle, Matteo Brambilla e Marta Matano : "Facciamo chiarezza. I fondi governativi per finanziare la seconda tranche del piano periferie noi - dicono - non li abbiamo bloccati semplicemente perche' quello stanziamento, promesso da Renzi come spot elettorale prima del voto, era di per se' inattuabile poiche' illegittimo come ha sentenziato la Corte Costituzionale. In attesa di sbloccare questa incresciosa situazione creata da Pd, congelata per due anni anche per poter valutare la qualita' e lo stato di avanzamento dei progetti gia' pianificati, il governo ha sbloccato un miliardo di euro fondi per gli investimenti dei Comuni piu' virtuosi: risorse reali a fronte di mere e illegittime promesse". 

Periferie, Sala: arrabbiato con governo, e' furto con destrezza

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, e' "arrabbiato" con il governo, tanto da definire "il taglio" dei fondi alle periferie "un furto con destrezza". A margine di una commemorazione a Milano, Sala e' tornato sulla questione dell'emendamento al decreto Milleproroghe: "La leggo come un'operazione politica tesa a mettere in difficolta' chi aveva proposto una via utile per le grandi citta', in questo caso Renzi. E' una scelta indifendibile. L'ha detto il presidente dell'Anci, questo e' un furto con destrezza, penso che l'Anci debba fare ricorso. Hanno fatto una cosa che riteniamo illegittima". 

 

"Sui fondi per le periferie non possono essere i cittadini, le comunita' guidate dai sindaci - tra l'altro di qualsiasi colore politico - a pagare il prezzo di un errore. Al Governo chiediamo di assicurare lo sblocco dei finanziamenti in tempi certi". Cosi' il senatore e presidente nazionale dell'Udc, Antonio De Poli, secondo il quale "al di la' della sentenza della Corte costituzionale che stabilisce l'illegittimita' costituzionale della norma sulla seconda tranche di finanziamenti, questi fondi che sono stati gia' dirottati non vanno persi ma vanno comunque garantiti ai Comuni che, in questo caso, rischierebbero di subire una beffa. Al Governo chiediamo di rimediare agli errori e ai pasticci della passata legislatura". 

 

 

Tags:
salaanciperiferiericorsom5s







A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Settore Pet Food in Italia: una panoramica del mercato e dati commerciali
di Elena Vertignano
Conte in ordine! Borse su, spread giù... Il governo giallo blu si consolida
di Angelo Maria Perrino
Deficit, Francia sì Italia no: ecco il lager finanziario chiamato Ue
di Diego Fusaro

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.