Champions City

Di Lorenzo Zacchetti

A- A+
Champions City
Milano Baseball: la vita (ri)comincia a 70 anni!

di Lorenzo Zacchetti

Insieme all'arrivo della primavera, anche la festa di inizio stagione del Milano Baseball '46 è un appuntamento fisso dello sport milanese. L'affollatissimo incontro svoltosi presso l'auditorium dell'istituto Sraffa-Curie ha però sottolineato la peculiarità del momento, perché questa stagione apre la strada al 70° compleanno della società, che ricorrerà ad ottobre, nonché ad una nuova modalità di gestione del centro sportivo Kennedy, recentemente affidato alla Federazione Baseball.

Con questa scelta, l'assessorato allo sport ha inteso lasciarsi alle spalle le numerose vicissitudini che hanno caratterizzato questo storico impianto nel corso di diversi lustri ed infatti Chiara Bisconti nel corso della festa ha detto: "Vogliamo farvi tornare al più presto a giocare adeguatamente in questo bellissimo stadio".

Un impianto per il quale il Comune ha stanziato 500.000 euro, che serviranno per i lavori necessari a rimettere in condizioni accettabili un centro che, seppure affidato a terzi, è sempre di proprietà comunale. Come l'Iseo, il Palalido e il Vigorelli, sta quindi andando a posto un altro tassello del complesso puzzle costituito dall'impiantistica milanese, vero e proprio tallone d'Achille di una città che vuole tornare a fare da traino per il Paese, anche in campo sportivo.

La mancanza di un impianto all'altezza aveva fatto sfumare la possibilità di ospitare a Milano i mondiali di baseball, infliggendo un duro colpo ai progetti di rilancio del Milano Baseball '46, una società che, è bene ricordarlo, ha donato alla città tre Coppe dei Campioni, due Coppe delle Coppe, una Supercoppa europea, otto Scudetti e tre Coppe Italia! Oggi, la società più antica del baseball italiano è attiva prevalentemente nel settore giovanile, con il 95% dei suoi 145 tesserati che hanno meno di 21 anni.

Questo certo non ne sminuisce la sua importanza sociale. Anzi, il lavoro fatto con le scuole per la promozione dello sport e con i centri estivi per aiutare i genitori nella conciliazioni tra impegni familiari e lavorativi è uno dei motivi per cui il Comune nel 2013 ha ritenuto di conferire alla società l'Ambrogino d'Oro, accogliendo, con mia grande soddisfazione, la proposta che avevo inviato al Sindaco Pisapia.

La festa di inizio stagione ha consentito al presidente Selmi di presentare il nuovo allenatore della prima squadra, che milita in Serie A (nel baseball, è la seconda serie nazionale, perché il campionato di punta si chiama Italian Baseball League). La scelta è caduta sul giovanissimo Alessandro Bortolomai, di soli 33 anni, che prende il posto di Renny Duarte dopo esserne stato assistente nella scorsa stagione.

Cresciuto nella franchigia milanese, Bortolomai guiderà una squadra che, per tutta la stagione, sfoggerà una maglia celebrativa dei 70 anni con un logo che richiama la nuova skyline di Porta Nuova: si pensa al blasone, certo, ma soprattutto si guarda al futuro. Per questo, accanto a tanti illustri ex come Giancarlo Folli, Lorenzo De Regny, Piero Allara, Lele Crippa, Max Crippa e Raoul Pasotto, largo spazio è stato dato ai giovani più meritevoli, in una società le cui iscrizioni sono aumentate del 15%.

Stefano Realini, capitano del SenagoMilano, è stato premiato per le sue 200 presenze, primo giocatore in assoluto ad aver tagliato tale traguardo da quando esiste la franchigia. Il pitcher Jacopo Piccini è stato premiato per la “no-hit” realizzata contro il Collecchio: si tratta di una “partita perfetta”, nella quale i battitori avversari non riescono mai a colpire la pallina lanciata da un particolare giocatore, ed è solo la settima volta che succede, in 70 anni di storia della squadra milanese. In una continua alternanza tra passato e futuro, a consegnargli il premio è stato Pietro Allara, uno dei sei giocatori che avevano preceduto l'impresa di Piccini.

Tutta l'Under 21 è stata premiata per la conquista delle fasi nazionali del campionato di categoria dopo molti anni e ci sono stati premi speciali anche per Alice Ronchetti, campionessa d'Europa 2015 con la nazionale azzurra, e Andrea Pasotto, il primo prodotto del vivaio ad essere ammesso all’Accademia italiana del baseball di Tirrenia.

L'entusiasmo sta tornando ai massimi livelli, come testimoniano anche i due bellissimi video realizzati per l'occasione.

Il primo si chiama “Scusa, c'è traffico” e parla proprio del grande amore nei confronti del centro sportivo Kennedy, che si vuole presto rivedere in condizioni degne del suo blasone:

https://www.youtube.com/watch?v=_4ABrWcJuN4&feature=youtu.be

Il secondo video ripercorre in maniera emozionante i 70 anni della società:

https://www.youtube.com/watch?v=bCGuAMPzH3Q&feature=youtu.be

Tags:
milano baseballvitaricomincia

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Si conclude la mostra che ha riaperto la Chiesa degli Olandesi
NAPOLI TECH UNA SCIA DI STARTUP DIETRO APPLE & CO.
di Anna Capuano
Reddito di cittadinanza? Meglio investire sui centri per l'impiego
di Massimo Puricelli

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.