A- A+
Milano
Confesercenti: bene calendario regionale, no sagre selvagge
Gianni Rebecchi

IMPRESE-LAVORO.COM - Milano – Con una missiva indirizzata a tutti i Comuni lombardi lo scorso venerdì, Regione Lombardia ha sintetizzato i tratti essenziali della riforma della disciplina per il commercio su area pubblica, in particolare con riferimento alle attività di somministrazione temporanea su area pubblica meglio note come “sagre”, che da quest’anno potranno svolgersi legittimamente solo se iscritte nell’apposito calendario regionale. La lettera ribadisce ai Comuni la necessità di consultare costantemente le associazioni di Categoria, non solo per qualificare e calendarizzare ciascun evento, ma anche per individuare – nel regolamento delle sagre di cui ogni Amministrazione lombarda deve dotarsi – gli “eventi straordinari” durante i quali sono ammissibili attività di somministrazione temporanea su area pubblica di altra natura. Tali attività devono in ogni caso avere un ruolo secondario rispetto a “occasioni particolari”, analogamente a quanto avviene – per fare un esempio concreto – per le attività di somministrazione che accompagnano il Fuorisalone di Milano.

Gianni Rebecchi, presidente della Confesercenti lombarda, commenta favorevolmente l’iniziativa della Regione: “Un atto di chiarezza, che giunge al momento più opportuno per rammentare ai Comuni che, in Lombardia, non è più tempo per “sagre selvagge” che hanno per troppo tempo danneggiato i nostri ristoratori e gli altri titolari di esercizi di somministrazione”. “Ogni evento di questo genere deve oggi essere calendarizzato preventivamente, in ossequio a quanto disposto dal regolamento comunale delle sagre e dopo un confronto con le Associazioni di categoria”. Anche Alessio Merigo, direttore generale di Confesercenti regionale Lombardia, si unisce all’apprezzamento, rammentando l’impegno dell’Associazione fin dalla petizione “sagre in regola”: “si tratta indubbiamente di un grande risultato per Confesercenti, che – grazie al fattivo sostegno dell’assessore Mauro Parolini e delle sue strutture – è riuscita a portare un po’ di ordine rispetto alla previgente situazione di anarchia”. “Confidiamo che, collaborando coi Comuni, sia possibile affinare ulteriormente le nuove regole sul territorio, dove è ancora necessario un intenso lavoro anche per far emergere altre fattispecie su area pubblica, come quelle relative ai “battitori”, alla vendita di merce usata, nonché ai “mercati hobbistici e dei contadini”.

Tags:
confesercenti lombardiagianni rebecchisagre regione lombardia


A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Mentana, il duro del giornalismo che non ammette giudizi
di Maurizio de Caro
Flat tax, suggerimenti della banca Fmi. La politica? Il braccio dei mercati
di Diego Fusaro
Vaccinazioni: in Lombardia raggiunto un buon livello per i vaccini obbligatori
di Paolo Brambilla - Trendiest

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.