A- A+
Milano
Crac Porta Vittoria, Danilo Coppola: chiesti 7 anni e confisca da 664 milioni
Danilo Coppola

Crac Porta Vittoria, Danilo Coppola: chiesti sette anni e confisca da 664 milioni


Crac di Porta Vittoria spa: ieri i pm Mauro Clerici e Giordano Baggio hanno chiesto una condanna a sette anni ed una confisca da ben 664 milioni di euro a carico dell'immobiliarista Danilo Coppola, arrestato nel maggio 2016 con quattro capi di imputazione relativi ad accuse di bancarotta e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. Già uscito da San vittore nel settembre 2016, è ora accusato di aver cercato sino all'ultimo di sottrarre risorse, tra cui 320 milioni di euro nascosti al fisco. E 153 milioni sarebbero stati distratti nell'ambito del fallimento di Porta Vittoria, progetto che avrebbe dovuto portare alla riqualificazione dell'ex scalo ferroviario e che oggi rappresenta uno sfregio nel cuore della città di Milano.

Tags:
danilo coppolacrac porta vittoriaporta vittoria milano


A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Decreto sicurezza, il governo del Cambiamento c’è
di Angelo Maria Perrino
Il governo detta la linea. E' giusta la diatriba tra tecnici e ministri
di Maurizio de Caro
'Italiani poveri via dalla Germania'. Eccola l'Unione europea dei capitali
di Diego Fusaro

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.