A- A+
Milano
Definì Belen Rodriguez "viado": Nina Moric deve risarcirla
Belen Rodriguez e Nina Moric

Definì Belen Rodriguez "viado": Nina Moric deve risarcirla

Il tribunale di Milano ha condannato Nina Moric ad una multa di 600 euro e ad un risarcimento di 2mila euro nei confronti di Belen Rodriguez: Moric era accusata di diffamazione per un'intervista al programma radiofonico 'La Zanzara' del 3 settembre 2015. In quell'occasione, Moric confermo' di avere definito Be'len "viados" sui social, aggiungendo: "Non e' la bella persona che tutti credono...perche' quando si trattava di mio figlio girava per casa nuda...mio figlio ha avuto gli incubi da quando aveva 5 anni, lei mi minacciava di morte". E' stata accolta la richiesta della rappresentante della pubblica accusa che aveva sottolineato come l'offesa qui non riguardasse tanto la figura del "personaggio pubblico" ma toccasse "l'aspetto della vita privata della Rodriguez in quanto mamma".

Commenti
    Tags:
    belen rodrigueznina moric






    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    LUM School of Management sede di Milano. Si inaugura l'anno accademico
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    Interdittive antimafia: un fenomeno in forte aumento a Milano
    di Maurizio Tortorella
    Per Renzi il Pd è una riserva di caccia
    di Maurizio de Caro


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.