A- A+
Milano
Diciotti, 6 migranti su 8 spariti dal centro Casa Suraya di Milano

MIGRANTI: 6 DEGLI 8 DELLA NAVE DICIOTTI LASCIANO CASA ACCOGLIENZA MILANO

Sei degli otto migranti giunti a Milano dopo essere sbarcati dall'incrociatore Diciotti si sono allontanati spontaneamente da Casa Suraya, la struttura nella quale erano stati accolti dopo un primo periodo nei pressi di Roma. Lo rende noto la Caritas Ambrosiana, precisando che i sei "non sono detenuti e quindi sono liberi di andarsene". Gli altri due migranti hanno invece accettato il programma di accoglienza e sono al momento ospiti in un appartamento. "La cooperativa Farsi Prossimo che ha in gestione il centro -si legge nella nota- ha provveduto a dare comunicazione degli allontanamenti alla questura di Milano e ha informato degli sviluppi Caritas Ambrosiana e Caritas Italiana, titolari del progetto di accoglienza concordato tra la Conferenza episcopale italiana e il ministero dell'Interno". "Questi ospiti, come tutti gli altri presenti nelle nostre strutture di accoglienza così come in quelle convenzionate con le prefetture e i Comuni, non sono detenuti e quindi sono liberi di andarsene e per legge rimangono richiedenti asilo anche fuori dai centri -spiega il direttore di Caritas Ambrosiana, Luciano Gualzetti-. Quello che è accaduto conferma un semplice fatto: al contrario di quello che sostiene la propaganda, l'Italia è sempre meno un Paese di destinazione dei flussi migratori, ma sempre di più di transito". 

Gli operatori della cooperativa riferiscono che "gli ospiti che hanno poi scelto di abbandonare il centro avevano manifestato nei giorni successivi al loro arrivo a Milano il desiderio di raggiungere i propri parenti in Germania e si erano dimostrati determinati a perseguire il loro progetto nonostante fossero stati informati dei rischi cui sarebbero andati incontro". Agli operatori, puntualizza ancora la caritas Ambrosiana, "risulta che tutti gli otto migranti giunti dalla Diciotti erano stati identificati dalla questura di Messina, luogo del loro primo approdo, quando erano ancora a bordo della nave della marina militare. Ciò quindi consentirebbe alla autorità di frontiera di rimpatriarli in Italia, in virtù dell'accordo di Dublino, compromettendo il loro progetto". Gli otto, 4 uomini e 4 donne, erano giunti venerdì 31 agosto a Milano dal centro 'Mondo Migliore' di Rocca di Papa dove avevano ricevuto una prima accoglienza dopo essere sbarcati a Catania. 

Commenti
    Tags:
    diciottimigranticaritas








    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Andrea Enria alla presidenza della Vigilanza BCE
    La fronda grillina sul caso Ischia-Genova una minaccia per l’alleanza pentaleghista e per la stabilità del governo Conte
    di Angelo Maria Perrino
    Università italiana, benvenuti nel nuovo feudalesimo capitalistico
    di Di Diego Fusaro

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.