A- A+
Milano
Figlio di Simona Ventura aggredito: 4 fermi, uno è un ultrà. FOTO e VIDEO
Niccolò Bettarini

Milano, pm:  il figlio di Simona Ventura aggredito per futili motivi

Niccolò Bettarini, il figlio 19enne di Simona Ventura e Stefano Bettarini, è stato aggredito nella notte tra sabato e domenica scorsa, ma l'episodio non avrebbe nulla a che vedere con motivazioni più profonde. Ne è sicuro il pm di Milano Elio Ramondini, che si occupa del caso del ragazzo ferito all'uscita della discoteca Old Fashion con undici coltellate. A spingere i suoi aggressori, per la Procura, non sarebbero state motivazioni politiche nè calcistiche, nonostante uno degli uomini che ha ferito il 19enne sia un ultrà di estrema destra della curva dell'Inter. In queste ore, il pm Ramondini, titolare del fascicolo aperto per il reato di tentato omicidio a carico di 4 persone, sta scrivendo la richiesta di convalida del fermo che sarà poi valutata da un gip. Niccolò è stato operato all'ospedale Niguarda di Milano. L'intervento, riferiscono dall'ospedale, è durato circa due ore, "durante le quali i chirurghi hanno ricostruito il nervo lesionato nell'arto superiore. L'operazione è perfettamente riuscita". La valutazione del recupero delle funzionalità dell'arto, "come sempre in questo tipo di interventi, richiederà alcuni mesi".  Il questore di Mlano Marcello Cardona, ha stabilito una sospensione della licenza per la discoteca Old Fashion per un periodo di un mese.

Milano, quattro fermi per l'aggressione del figlio di Simona Ventura

Quattro persone sono stare fermate nella notte per l'aggressione ai danni di Niccolo' Bettarini, figlio della conduttrice Simona Ventura e dell'ex calciatore Stefano Bettarini. Sono i quattro uomini che gli amici del ragazzo avevano indicato nel corso delle loro testimonianze e che sono stati interrogati dagli agenti della Squadra mobile e della Volante.

Aggressione al figlio di Simona Ventura: uno dei fermati è vicino a curva Inter e Lealta' Azione
 

E' un ultras della curva dell'Inter vicino a Lealta' Azione, movimento di estrema destra, uno dei quattro fermati per tentato omicidio questa notte, nell'ambito dell'indagine per il ferimento di Niccolo' Bettarini, figlio di Simona Ventura e del calciatore Stefano; il giovane e' gia' noto alla Digos anche per essere vicino alla curva rossoblu dell'Hockey Milano, e ha diversi precedenti. D.C., 29 anni e un altro italiano di 24 anni, risultano dunque al momento i principali sospettati. I due si sarebbero "accaniti" contro il 19enne e uno di loro avrebbe poi materialmente inflitto le 11 coltellate a braccia e torace. Gli altri due fermati, albanesi di 23 e 29 anni, sarebbero invece estranei agli ambienti sportivi. Ma potrebbe essere comunque piu' folto il gruppo che ha partecipato all'aggressione: le indagini procedono per accertare altre responsabilita' e verificare se altre persone siano state coinvolte nella violenta lite. 


Da "Lealtà Azione" però fanno sapere che si tratta di una "macchina del fango" che si è spinta "fino a legare il nome della nostra associazione  -  si legge in una nota - a fatti di cronaca ai quali è totalmente estranea, quali la distruzione di una lapide e un episodio di cronaca nera accaduto in una discoteca milanese: L'associazione culturale Lealtà Azione diffida chiunque stia cercando di legare il nome e l'onorabilita dell'associazione rispetto a fatti di cronaca verificatisi in questi giorni, riservandosi di agire tramite i propri legali nelle opportune sedi giudiziari verso strumentalizzazioni meramente diffamatorie"

Milano, quattro fermi per il ferimento del figlio della Ventura: due italiani e due albanesi

La polizia nel corso della notte tra domenica e lunedì ha fermato quattro persone per il tentato omicidio di Niccolò Bettarini, il figlio della conduttrice Simona Ventura e dell'ex calciatore Stefano, accoltellato vicino al locale Old Fashion in viale Alemagna a Milano. In particolare gli agenti dell'Ufficio Prevenzione generale e della Squadra mobile della Questura hanno sottoposto a fermo due giovani italiani di 24 e 29 anni e due cittadini di origine albanese, di 23 e 29 anni, "gravemente sospettati" dell'aggressione contro il 19enne, colpito con 11 coltellate al tronco e all'addome e ricoverato all'ospedale Niguarda - in prognosi riservata, ma non in gravi condizioni - in attesa di essere operato nei prossimi giorni per la lesione al nervo riportata all'arto superiore. Sono in corso, inoltre, gli accertamenti di natura amministrativa per un provvedimento del questore riguardante il locale.  Simon Ventura, visti i molti messaggi che sono arrivati su tutti i social ha voluto rassicurare gli amici dicendo che il figlio "non è in pericolo di vita".

Milano,  Niccolò Bettarini stava aiutando un amico quando è stato aggredito 

Niccolo' Bettarini era uscito alle 5 del mattino dall'Old Fashion, dopo una notte con gli amici nel locale che e' fra i piu' gettonati della movida ambrosiana. Mentre raggiungeva l'auto, in viale Alemagna sarebbe intervenuto in soccorso di un amico coinvolto in una rissa ed e' stato colpito con numerose coltellate al tronco, all'addome, alle braccia e a una mano, in totale nove stando alle prime informazioni.

Tags:
quattro fermiferimento figlio venturasimona venturaniccolò bettarini


A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Economia e management secondo Corsera e Bocconi. Una nuova collana editoriale
di Paolo Brambilla - Trendiest
La verità dietro il caso Casalino-Mef
di Angelo Maria Perrino
Giancarlo Prandelli a Pisacane Arte. "Mani in Pasta" gli dedica ... una pizza
di Paolo Brambilla - Trendiest

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.