A- A+
Milano
Fs: "Gara per il tpl di Milano? Vediamo. Difficile fusione Trenord-Atm"
Renato Mazzoncini

Le Ferrovie dello Stato non escludono di partecipare all'eventuale gara per il contratto di servizio del trasporto pubblico di Milano. "Iniziamo a vedere come sara' impostata la gara e poi vediamo", ha affermato l'amministratore delegato di Fs, Renato Mazzoncini, al termine dell'inaugurazione del 154esimo anno accademico del Politecnico di Milano. Atm, ha aggiunto riferendosi alla muinicipalizzata che gestisce il trasporto pubblico nel capoluogo lombardo, "e' l'unica azienda veramente complementare in termini di know-how; noi ragioniamo in termini di partnership e non di gara contro". Ma questo, ha concluso, "e' un tema che verra' verificato successivamente. La logica con Atm e' di stringere una forte partnership e il tentativo di Bruno Rota (presidente di Atm, ndr.) di sbarrare la strada favorendo F2i non e' servito", ha concluso Mazzoncini riferendosi alla volonta' di Rota di esercitare il diritto di prelazione su M5 - la societa' che gestisce la linea lilla della metropolitana di Milano - per poi cederla a F2i.

La decisione con la quale il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha bloccato il tentativo della municipalizzata del trasporto locale (Atm) di esercitare il diritto di prelazione sulla quota detenuta da Astaldi in M5, gia' acquistata da Fs, e' stata "un'operazione razionale che tiene conto delle norme e dei vincoli cui e' soggetta la pubblica amministrazione", ha affermato l'amministratore delegato di Fs, Renato Mazzoncini, secondo il quale Sala ha "capito lo spirito con cui vogliamo approcciarci con la quota in M5", la societa' che gestisce la Linea 5 della metropolitana milanese.

Mazzoncini ha quindi spiegato il motivo dell'investimento in M5, definendo Fs come "il soggetto che puo' svolgere un ruolo determinante nello sviluppo delle infrastrutture nelle metropoli nei prossimi anni", in quanto "sono convinto che una delle ragioni per cui il Paese e' in difficolta' dal punto di vista della competitivita' e' la scarsa infrastrutturazione nelle metropoli". Dunque, "c'e' una necessita' di aumentare le infrastrutture dei trasporti veloci nelle aree metropolitane", e "la partecipazione in M5 e' il primo laboratorio". L'ingresso di Fs nella 'Linea Lilla' "credo che possa dare una grossa accelerazione agli investimenti", oltre a costituire "anche un banco di prova per dimostrare che Fs possa essere un'acceleratore in altre citta'".

Mazzoncini ha anche parlato del rapporto tra Fs e Trenord. Le Ferrovie dello Stato non puntano poi "necessariamente" al controllo totale di Trenord, di cui detengono il 50% della societa', mentre l'altro 50% e' nelle mani della Regione Lombardia, pero' "va risolta" la joint venture paritetica che "manda in stallo" la societa', con la Regione che potrebbe comunque rimanere "socia" dell'azienda. "Non vogliamo necessariamente il 100% di Trenord; avere la Regione come socio puo' avere senso. Il problema" - ha detto Mazzoncini - "e' la partecipazione al 50 e 50 che ci impedisce di consolidare la partecipazione e di fare investimenti. E' la partnership al 50% che manda in stallo la societa' e quindi va risolta".

Il dossier della fusione tra Trenord e Atm, la municipalizzata che gestisce il trasporto pubblico di Milano, e' invece difficile che possa riaprirsi, in quanto, ha spiegato Mazzoncini, "il problema che e' emerso negli ultimi tempi e' che non c'e' una norma che puo' prorogare la gare del servizio pubblico di Atm oltre il 2019". Quindi, "in questo caso sarebbe molto difficile conoscere il vero valore dell'azienda", per cui "e' difficile immaginare un'operazione societaria tra Atm e Trenord". Questa operazione e' dunque "in stand by e io continuo a sollecitare il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, sulla questione Trenord e sugli investimenti da fare".

Tags:
renato mazzoncinifs trenordfs m5 milanofs trasporto pubblico milano


A2A
A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Calenda sbaglia: il Pd non è incomprensibile,è chiaramente contro i lavoratori
di Diego Fusaro
Governo M5s-Lega, l’Italia volta pagina: parte la terza Repubblica
di Angelo Maria Perrino
Economia di mercato turbocapitalista fa fuori la famiglia
di Diego Fusaro

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.