I Hate Milano

di Mister Milano

A- A+
I Hate Milano
Beppe Sala, il Marchese di Expo. La satira irriverente di I Hate Milano
Il Marchese di Expo pensava che vincere le elezioni fosse una quisquilia, un divertissement tipo aperitivino con tartine da Cova. La maniche di camicia arrotolate, il faccione sui manifesti dove assomiglia da matti al Remis del cartone animato Ratatouille, quattro salti nella City londinese a caccia di palanche: fate largo al Marchese di Expo!
 
La casa a St. Moritz, il passato da braccio destro della Moratti, il reddito da bauscia, le amicizie difese e anzi rivendicate con la Compagna delle Opere, il cui rappresentante stava quasi per finire in lista: tutto è concesso al Marchese di Expo!
E anzi, già che ci siete, dite a Renzi che qui può anche non farsi vedere: sono il Marchese di Expo e le elezioni le vinco in carrozza!
 
Tuttavia, benché i cartelloni elettorali dei candidati di centro-destra facciano in mente venire quel gusto per il grottesco che aveva Fellini, i sondaggi non autorizzano più sonni tranquilli. Del resto, ai milanesi (al contrario che ai brianzoli) i ganasa han sempre dato fastidio. Li tollerano solo se in versione parodistica (Craxi) o macchiettistica (Berlusconi): insomma, solo quando sono certi di poterne dire peste e corna ai quattro venti. Basta chiedere a una persona seria come Mario Monti: appena ha tolto il loden e si è messo a fare il fenomeno in TV, è stato impallinato a tempo zero. 
 
Per questo qualcuno dovrebbe dire al Marchese che prima di litigare sul catering per la festa di metà giugno, queste elezioni bisogna vincerle. E per vincerle bisogna sporcarsi le mani. Lasci stare, signor Marchese, le raccolte di fondi, quel linguaggio stereotipato  che la fa sembrare uguale a tutti gli altri (“li asfaltiamo”, “lavoriamo pancia a terra”, “ci metto la faccia”), le lampade alla Carlo Conti in stile Cortina Anni ’80, la retorica di un programma arrivato un po’ in ritardo e - per quanto buono nella sostanza - un pochino generico, sicuramente molto più generico di quello che era il programma di Giuliano Pisapia. 
 
Già, Giuliano Pisapia. Si, lo sappiamo signor Marchese: lei non è Giuliano Pisapia. Ma guardi lo stesso qualche sua vecchia foto del 2011. Arruffato, scombinato, stropicciato, lo dovevano portare via di peso, perché piuttosto che rinunciare a un confronto improvvisato con un portinaio o un netturbino avrebbe fatto saltare gli impegni presi sull’agenda. 
 
Meno figo e abbronzato del Marchese, tanto che forse al Just Cavalli non lo avrebbero nemmeno fatto entrare. Eppure, quel Giuliano Pisapia, col suo stile improbabile coinvolse tutti, dai rimasugli dei socialisti fino al Leoncavallo - con tutto quello che c’è in mezzo.  E visto che, come certifica da anni l’Istituto Cattaneo, le elezioni si vincono quando si mobilita il proprio elettorato, forse è questo ciò  a cui lei dovrebbe puntare, altro che al mito del “rubare i voti al centro” che come tutti i miti ha il difetto di funzionare poco nell’applicazione pratica. 
Si tolga il completo scuro e quel fare da venditore di pentole alla fiera degli obej obej. Al posto della maglietta di Che Guevara, si metta un bel paio di scarpe da tennis e cominci a consumarne la suola sul serio, per citare Majorino.
Vedrà che le farà bene non solo al consenso, ma pure alla linea! (che, detto fra noi, per fare il figo in spiaggia conta molto più che l’abbronzatura posticcia).
Tags:
beppe salamarcheseexposatirai hate milano

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Premiato alla Bocconi il Gruppo italiano Epta, leader nella refrigerazione
di Paolo Brambilla - Trendiest
Il Nord che teme la meridionalizzazione del Paese
di Ernesto Vergani
La comunicazione nel canto e del corpo: 3 cose da sapere
di Giancarlo Genise

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.