I Hate Milano

di Mister Milano

A- A+
I Hate Milano
Il “compagno” Beppe Sala attaccato sui muri di Milano. I Hate Milano
L’effige di Giuseppe Sala rielaborata con le sembianza dell’icona del comandante Che Guevara. 
E’ questa l’immagine che nel week-end si è diffusa come un virus sui cosiddetti “muri liberati”, quelli messi a disposizione del comune per gli urban artists della città.
In molti hanno azzardato ipotesi: un tentativo virale ideato dalla SEC o dai giovani schierati a sostegno di Tornello-Che-Gira?
 
Oppure un atto compiuto dal segretario Bussolati in crisi di nostalgia per i tempi in cui volava in Chiapas dal subcomandante Marco (correva l’anno 2000), e di notte, in stato di sonnambulismo, si è messo ad attacchinare?
Secondo noi, è opera dello stesso Mister Expo. 
 
Pensate che vita, quella del Beppe. Uomo del popolo (come si evince che dall’intervista rilasciata a Fabio Massa di Affaritaliani.it, quando dice che lui adora “passeggiare in Brera per vedere la borghesia (sic!) mescolata ad altre classi sociali”. Roba che la Contessa di Pietrangeli, al confronto, pare Rosa Luxemburg), per anni è stato costretto a vivere sotto mentite spoglie. 
 
Pensatelo, davanti al board Nomura Bank, a soffrire per non poter prendere una chitarra, uno spinello e cantare Guccini.
E che dire di quando, dopo essere stato uomo di punta di Letizia Moratti, chiamato a dirigere Expo la salutò con uno struggente “Bella Ciao”? E quelle notti trascorse da solo nel sito Expo in costruzione, a sognare la rivoluzione proletaria canticchiando sotto la luna:
 
“Compagni da Lanza e da Largo Cairoli
prendete la calce e impugnate il tornello…”
 
Si, non c’è dubbio. Tornello-Che-Gira è talmente felice di poter finalmente gridare il suo essere di sinistra che ha cominciato addirittura a scrivendo sui muri.
E allora dai, come durante le occupazioni, scendiamo in Unicredit, a Banca Intesa, a Generali, e insieme ai fan del Beppe cantiamo:
 
“De tu querida presencia
Comandante, Beppe Sala…”
 
 
P.S. In realtà, pare che le immagini siano opere dello Street Artist milanese Alien Attack. Peccato: ci avevamo creduto davvero. 
Tags:
milanosalagraffiti

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Giuseppe Prinetti espone a Milano, in via Santa Marta 8a, il 27 e 28 novembre
di Paolo Brambilla - Trendiest
La presenza scenica: come può cambiare l’approccio al canto
di Giancarlo Genise
Comandare un robot con la forza del pensiero
di Maurizio Garbati

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.