A- A+
Heroes. Dove sono finiti gli idoli
Lazio-Milan riaccende la Serie A, ma il doppio ex Favalli tifa Ternana!

di Lorenzo Zacchetti

Dopo la poco esaltante pausa dedicata alla nazionale, il campionato torna nel vivo con una classica come Lazio-Milan a fare da piatto forte nel menù della terza giornata. Tra i numerosi giocatori che hanno vestito sia la maglia biancoceleste che quella rossonera spicca la figura di Giuseppe Favalli: il difensore di Orzinuovi, che ha giocato anche nell'Inter, vanta uno dei curriculum più illustri nella storia del calcio italiano. Oltre a essere il recordman di presenze con la Lazio (401 presenze in 12 anni di militanza) ha vinto lo Scudetto sia a Roma che con l'Inter, per poi infilare l'accoppiata Champions League-Mondiale per Club con il Milan, esattamente dieci anni fa.

Come accaduto a molti altri calciatori, la popolarità di Favalli si è intrecciata con una curiosità mediatica, vista la sua sorprendente somiglianza fisica con Fabio Alisei, uno dei conduttori del celebre show radiofonico “Lo Zoo di 105”. Per vedere la galleria delle somiglianze più clamorose nel calcio, clicca QUI

La prima parte della sua carriera si è svolta nella Cremonese di Luzzara, con la quale ha debuttato in Serie A proprio a San Siro, contro l'Inter. Dopo la vittoria dell'Europeo 1992 con la maglia dell'Under 21, Favalli e gli altri gioiellini grigiorossi Bonomi e Marcolin sono passati in blocco alla Lazio di Cragnotti.

Dal 1992 al 2004 è stato una colonna della squadra che, oltre allo storico Scudetto del 2000, ha vinto anche quattro Coppe Italia, due Supercoppe nazionali, la Coppa delle Coppe e la Supercoppa Europea. Nel 1998 la squadra di Eriksson è arrivata anche in finale di Coppa Uefa, ma il derby contro l'Inter è stato deciso da uno straripante Ronaldo: “Impossibile fermarlo”, ebbe a ricordare Favalli. “Dopo Maradona, è stato il più forte che abbia mai incontrato”. Pur essendo diventato Capitano dopo il passaggio di Nesta al Milan, nel 2002, due anni dopo anche Favalli ha lasciato Roma.

In scadenza di contratto con la Lazio, il difensore si è accasato proprio all'Inter, fortemente voluto dal tecnico Roberto Mancini, che era stato suo compagno di squadra in biancoceleste. Nella Milano nerazzurra, Favalli ha vinto due Coppe Italia (per un totale di tre coccarde consecutive), una Supercoppa nazionale e soprattutto il discusso Scudetto del 2006, assegnato all'Inter dopo la revoca del successo ottenuto sul campo dalla Juventus.

Proprio mentre lo scandalo di Calciopoli e la gioia per il successo azzurro a Germania 2006 animavano di tormento ed estasi l'estate dei tifosi italiani, Favalli è passato a sorpresa al Milan. Ormai 34enne, l'ex laziale era considerato ormai in fase calante da parte dell'Inter, che non gli ha rinnovato il contratto.

Errore clamoroso, perché Favalli ha continuato a vincere! Per sapere tutto, clicca QUI

 

 

 

Tags:
lazio-milanserie afavalli ternana

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Hillary Clinton si ricandida alla Casa Bianca: l'ambizione smodata crea mostri
di Marco Zonetti
A Milano rinasce Trattoria Toscana-Elite, multiforme salotto dell'arte
di Paolo Brambilla - Trendiest
La sostenibilità condizione per accesso al cibo nei Paesi poveri

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.