A- A+
Heroes. Dove sono finiti gli idoli
Un derby da Fenomeno: Ronaldo e la rivalità Inter-Milan
Derby Milan Inter: Ronaldo

di Lorenzo Zacchetti

Oggi dici “Ronaldo” e pensi immediatamente a CR7 del Real Madrid, vincitore di ben cinque Palloni d’Oro. Con la maglia delle merengues ha conquistato lo stesso premio anche Ronaldo Luís Nazário de Lima, che ai suoi tempi d’oro era semplicemente conosciuto come “il Fenomeno”.

A vederlo oggi, decisamente in carne, i tifosi più giovani faticano ad immaginarsi le meraviglie con le quali l’attaccante brasiliano ha scritto la storia del calcio. Una storia che ha riguardato anche Inter e Milan, di nuovo avversarie nel derby della Madonnina del 4 marzo. Ronaldo ha infatti vestito le casacche di entrambi i club meneghini e, tra i molti passaggi da una sponda all’altra del Naviglio, il suo è stato tra quelli che più hanno indispettito i tifosi.

Ronnie è arrivato a Milano per la prima volta nel giugno del 1997. Per vestire di nerazzurro il bomber brasiliano, Massimo Moratti ha versato al Barcellona la bellezza di 48 miliardi di lire (più altri tre come indennizzo), come previsto dalla faraonica clausola di rescissione inserita nel suo contratto. Nessuno nella storia del calcio aveva mai speso così tanto per un singolo giocatore, anche se le follie degli anni a venire hanno poi abbondantemente riscritto la graduatoria.

In cinque anni con l’Inter, Ronaldo ha vinto solamente una Coppa Uefa, fornendo una prestazione stratosferica nella finale tutta italiana contro la Lazio. Il suo lustro nerazzurro è stato costellato da infortuni molto gravi, che ne hanno tenuto a freno l’incredibile talento. Il 21 novembre 1999, contro il Lecce, si è lesionato il tendine rotuleo del ginocchio destro, incidente che lo ha costretto ad operarsi e poi rimanere fermo per cinque mesi. Proprio nel giorno del suo rientro in campo, nella finale di Coppa Italia contro la Lazio, ha subito un nuovo e impressionante infortunio al ginocchio, che ha fatto “crack” dopo soli 6 minuti dal suo ingresso in campo.

I postumi di quel nuovo infortunio lo hanno tenuto fermo fino al dicembre del 2001. Il recupero di Ronaldo ha lanciato la squadra di Cuper in vetta alla classifica e lo Scudetto, dopo 13 anni di attesa, sembrava ormai ad un solo passo. Solo la storica debacle del 5 maggio 2002, con Gresko nei panni del protagonista negativo, ha visto l’Inter cedere contro la solita Lazio e venire sorpassata nella corsa al titolo dai rivali storici della Juve.

Una beffa ancora più clamorosa rispetto a quella del campionato 1997/98, quando la sfida per lo Scudetto venne vinta dai bianconeri anche in seguito al pluricitato scontro tra Ronaldo e Iuliano nello scontro diretto a Torino.

Quel 5 maggio all’Olimpico Ronaldo è scoppiato in lacrime per la delusione, come molti tifosi nerazzurri, ma dopo il trionfo al mondiale nippocoreano con il Brasile per lui è cominciata una nuova avventura. In chiusura del mercato estivo, visti anche i difficili rapporti tra il Fenomeno e Cuper, Moratti ha accettato di cedere Ronaldo al Real Madrid, per 45 milioni di euro.

Nuovamente Pallone d’Oro, sulla scia del successo iridato, Ronaldo è rimasto a Madrid per quattro stagioni e mezza, vincendo due campionati, una Supercoppa spagnola e una Coppa Intercontinentale. Nel mercato di gennaio 2007 il Fenomeno è stato protagonista di un clamoroso ritorno a Milano, questa volta per vestire la maglia rossonera.

Pagato poco più di 8 milioni di euro, l’ex interista è passato ai cugini e, col 9 saldamente in mano a Inzaghi, ha scelto la maglia numero 99. Alcuni hanno ironizzato sul fatto che la doppia cifra potesse riguardare il peso del giocatore, che già a Madrid era stato soprannominato “El Gordo” per una linea non impeccabile. Ma a prendere di mira il Fenomeno sono stati soprattutto i tifosi interisti, a partire da quel Moratti che lo stesso Ronnie aveva definito “un secondo padre”.

Nel primo derby da avversario, Ronaldo ha anche realizzato un classico gol dell’ex, completando uno dei “tradimenti” più dolorosi nella pur ricca casistica della storia del calcio.

Ma quali sono stati i 25 “tradimenti calcistici” più clamorosi di tutti i tempi? SCOPRILO QUI

Tags:
ronaldoderby milan intermilan interderby milano

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Manovra, l'Ue: "Violate le regole sul debito". Ecco il discorso dell'usuraio
Giuseppe Prinetti espone a Milano, in via Santa Marta 8a, il 27 e 28 novembre
di Paolo Brambilla - Trendiest
La presenza scenica: come può cambiare l’approccio al canto
di Giancarlo Genise

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.