A- A+
Milano
I renziani alla prova di forza: Umanitaria stracolma della Milano bene
(foto da pagina FB Ada Lucia De Cesaris)

I renziani alla prova di forza: Umanitaria stracolma della Milano bene

La prova di forza è riuscita. Senza ombra di dubbio. Non era scontato che Italia Viva piacesse a Milano, dopo tutte le vicissitudini della storia d'amore tra Renzi e la Capitale Morale. Tuttavia la serata di ieri all'Umanitaria, dove il gruppo dirigente (Ada Lucia De Cesaris, Mattia Mor, Eugenio Comincini e altri) ha dato appuntamento per la prima uscita pubblica di Italia Viva, si può dire che sia stata una vittoria.  Scelta particolare, quella del giovedì. Giorno di consiglio comunale e giorno di match calcistico da guardare alla tv (in campo a Torino il Milan, che perde). La sala però strabocca. Fin dalle 19.30 il salone degli Affreschi inizia a riempirsi. Dopo un'ora non può entrarci neppure uno spillo. Si vedono ovviamente i parlamentari che sono passati, tra cui Gianfranco Librandi e Mattia Mor ed Eugenio Comincini. C'è Ivan Scalfarotto. C'è qualche osservatore, come il sempre curioso Sergio Scalpelli, o Roberto Caputo. C'è anche  Gabriele Messina, ex tesoriere Pd Milano. La prima cosa che salta all'occhio è che non è la Festa dell'Unità. Di militanti del Pd non ce ne sono. E questo è un dato importante. Non c'è travaso. E' un mondo nuovo, per ceto e per censo più vicino alle esperienze di Monti, di Passera. E' la Milano degli studi legali, degli studi di architettura, dei professionisti. E' un mondo numeroso, che attentamente ascolta le parole della De Cesaris: "Italia Viva è una casa comune per tutti, è un modo per metterci a disposizione. Saremo di stimolo e di proposta. Opereremo per la Lombardia e Milano, che sono un pezzo fondamentale per l'Italia". In prima fila non ci sono gli esponenti degli altri partiti, gli inviti ai segretari non ci sono stati, o non sono stati raccolti. Si intravede qualche esponente vicino a Forza Italia, ma non della classe dirigente azzurra. Fuori dalle porte di accesso, due cubi di plastica trasparente per raccogliere fondi. Alcuni versano, moltissimi no: non è una novità. Vedere cammello dare moneta rimane un principio sempre valido per le nuove formazioni politiche.

fabio.massa@affaritaliani.it

Commenti
    Tags:
    italia vivamatteo renzi

    Regione Lombardia Video News










    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Nato, Conte promette 7 miliardi di euro in più. Italia colonia dei barbari Usa
    di Diego Fusaro
    Reagan e Thatcher: Milano li ricorderà con una via e una scuola?
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    Rubio, Lapo e Fuksas. Il loro scopo: rendere gli italiani come i migranti
    di Diego Fusaro


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.