A- A+
Milano
Sala chiede aiuto a Salvini, la destra: "Ammetta il suo fallimento"
SCHIAFFO 4 - Silvia Sardone, consigliere regionale. La regina delle preferenze, esclusa dalla giunta, trasferisce sui giornali tutta la sua amarezza. Ha ragione, le hanno fatto un torto. Ma in politica si incassa e basta, non c'è spazio per i sentimenti.

Sala, critiche dall'opposizione dopo la richiesta d'aiuto a Salvini

Il sindaco di Milano chiede l'intervento del ministro dell'Interno Matteo Salvini perché un numero più alto di vigili sia impiegato nelle strade di Milano. E l'opposizione insorge, accusando il primo cittadino di dimostrarsi inadeguato ai suoi compiti. "Il sindaco Sala, chiedendo aiuto al ministro Salvini sul tema della sicurezza, ammette candidamente il suo fallimento sulla questione - ha dichiarato Silvia Sardone, consigliere regionale e comunale del Gruppo Misto, recentemente fuoriuscita da Forza Italia - Del resto non ci vuole una laurea per capirlo, basta farsi un giro nelle periferie della città che sono allo sbando per toccare con mano i problemi della gente e rendersi conto che Sala e la sua giunta sono assenti". 

Sardone ha proseguito: "Ora Sala chiama in causa Salvini, ma vorrei capire perché non abbia fatto lo stesso con Minniti quando il Pd governava anche a livello nazionale. In Consiglio comunale il tema sicurezza non è praticamente mai stato affrontato. Ci sono interi quartieri in mano a immigrati, rom, spacciatori e criminali vari: Sala però non ha mai alzato un dito. Mi fa piacere che si svegli ora e dica apertamente di aver trascurato la sicurezza di Milano, nonostante le mille promesse e i mille annunci, ossessioni per le periferie incluse".

Sulla stessa lunghezza d'onda anche Riccardo De Corato, assessore a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia: "Ogni tanto Sala pensa di essere ancora direttore generale del centro destra. Qualcuno dovrebbe ricordargli il ruolo che ricopre oggi e chi rappresenta. Questa allucinazione che ieri ha colpito uno del suo partito, Marcora, ora colpisce lui. Chiedere aiuto al ministro degli Interni per avere più vigili per strada dopo, come da sua ammissione, aver accettato negli anni che la quota parte di Polizia Locale per strada rispettasse quella presente negli uffici è assurdo. Lo smemorato sindaco forse non si rammenta di essere lui il diretto responsabile della Polizia Locale, nominando in prima persona il Comandante. Con la richiesta odierna, decisamente inappropriata, di aiuto al Ministro degli Interni, sancisce il deprofundis sulla sicurezza, abiura alla sua funzione e sottolinea di non aver voce in capitolo sulla Polizia Locale dopo aver detto, il 4 ottobre 2017, al 157esimo anniversario del corpo 'chi pensa di fare l'agente e magari sogna di stare in ufficio ha sbagliato mestiere".

Commenti
    Tags:
    sala salvinisilva sardone salade corato sala








    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Il MoU con la Cina svende la solidarietà Occidentale nei rapporti con Pechino
    di Corrado De Rinaldis Saponaro
    Milano-Bari. Hyperbus: 20 creativi in viaggio per 20 progetti innovativi
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    Sala e la bandiera europea? "La servitù volontaria" di La Boétie
    di Diego Fusaro


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.