A- A+
Milano
La Fondazione Maharishi porta in Italia il progetto "Scuola Senza Stress"
Scuola Senza Stress

Il momento storico che stiamo vivendo è particolarmente stimolante e ricco di possibilità, ma pone nuove sfide a tutti noi e, in particolare, alle nuove generazioni - i cosiddetti Millennials - e alle loro famiglie. Per affrontare questa sfida, i giovani hanno bisogno di sviluppare una flessibilità e una capacità di adeguarsi ai cambiamenti maggiore rispetto al passato.

L’Associazione “Tra Il Dire e Il Fare”, anche attraverso la trasmissione in onda su Milanow ogni venerdì alle 13.30, vuole sostenere progetti ed enti che abbiamo come obiettivo il miglioramento della società, in ogni suo ambito. Il tema dei giovani e delle sfide che devono affrontare, in questi anni di crisi economica e sociale, è certamente uno dei più importanti su cui “Tra Il Dire e Il Fare” si sta muovendo. La collaborazione avviata con la Fondazione Maharishi, un ente senza scolpo di lucro nato nel 2016 a Milano, rappresenta una delle azioni con cui “Tra Il Dire e Il Fare” intende fornire il proprio contributo.

La Fondazione Maharishi porta finalmente in Italia l’esperienza sviluppata in tutto il mondo, negli ultimi 15 anni, dalla David Lynch Foundation, sotto la guida del celebre regista americano. L’obiettivo è di diffondere e sostenere, insieme alle Istituzioni e agli enti operanti nel mondo dell’istruzione, della ricerca e dell’Università, il programma “ScuolaSenzaStress” e la Meditazione Trascendentale, nella convinzione che i giovani siano l’investimento più importante  che una società evoluta deve affrontare per potersi garantire un futuro migliore.

I giovani hanno bisogno di accrescere la propria creatività, l'intelligenza, la sicurezza e la fiducia in sé stessi, per trovare nuove soluzioni che permettano loro di organizzare al meglio la loro vita, lo studio e il lavoro, senza diventare vittime dello stress derivante dai rapidi cambiamento in atto e dalla crisi sociale. Per affrontare questi problemi, 500 scuole in 60 nazioni, per un totale di 300.000 studenti, hanno adottato il programma "Scuola Senza Stress”, che prevede di introdurre la pratica della Meditazione Trascendentale nel programma scolastico. Ogni giorno, per 15 minuti, prima dell'inizio e dopo la fine delle lezioni, gli studenti fanno una pausa in classe per praticare la Meditazione Trascendentale.

La Meditazione Trascendentale è una tecnica naturale, semplice, facile da imparare, piacevole da praticare, adatta a tutti, a qualsiasi età, verificata scientificamente da oltre 600 studi scientifici pubblicati su riviste internazionali. La Meditazione Trascendentale stimola il funzionamento totale del cervello, in modo naturale, e permette così di sviluppare il proprio potenziale mentale, di migliorare la salute, la vitalità, i rapporti interpersonali, i risultati scolastici e l’efficacia dello studio, per gli studenti, e dell’insegnamento, per i docenti.

Nel mondo, 300.000 studenti la praticano ogni giorno a scuola, dagli Stati Uniti, all’America Latina, fino in Francia, Inghilterra e oggi, grazie alla Fondazione Maharishi, anche in Italia.
Ogni giorno, aumenta il numero di medici, psicologi, giornalisti e star del cinema che si mettono a disposizione per spiegarne i benefici, promuoverla e raccogliere fondi: si va da Paul McCartney, Jim Carrey, Clint Eastwood, a cardiologi e psicologi di fama internazionale, docenti universitari, manager di multi-nazionali, capi di Stato, ma anche semplici cittadini che, una volta appresa, la consigliano a familiari, amici, colleghi.

Mercoledì 31 maggio, alle ore 15, presso l’Istituto di Istruzione Capirola di Leno (BS), vengono presentati i risultati positivi ottenuti su 50 studenti di 3 diverse classi, che, a partire da gennaio 2017, hanno adottato il programma “Scuola Senza Stress”.

I numeri parlano da soli e sono sorprendenti: l’89% degli studenti si sente più sereno, avvertendo meno ansia durante la giornata; il 46% ha più facilità a studiare; il 57,1% avverte maggiore sicurezza in sé stesso e nel prendere decisioni.

Durante la Conferenza Stampa, Mario Maviglia (dirigente USR-Ufficio scolastico regionale-Lombardia e UST- Ufficio scolastico territoriale di Brescia), Rossella De Pietro (Vice-Sindaco del Comune di Leno), Ermelina Ravelli (dirigente dell’Istituto di Istruzione Superiore “V.Capirola”) e Andrea Martignano (Consigliere Delegato della Fondazione Maharishi) ci spiegano come il programma “Scuola Senza Stress” potrebbe contribuire a cambiare, se applicato su larga scala, la scuola italiana. Le interviste realizzate ad alcuni studenti che raccontano la propria esperienza e gli importanti risultati raggiunti non lasciano dubbi. In un’epoca monopolizzata dalle cattive notizie, da crisi economiche e sociali, e da un generalizzato pessimismo, la Fondazione Maharishi apre uno spiraglio di speranza, di futuro, e lo fa iniziando dalle basi stesse del nostro futuro: i giovani.

Tags:
fondazione maharishiscuola senza stressassociazione tra il dire e il fare







A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Berlusconi, sindrome di Stoccolma verso i suoi aguzzini Ue?
di Diego Fusaro
2° edizione "Il sacro perduto" de "i tre obsoleti"
Natale? Bastano 5 mosse per essere perfetta
di Simone Michelucci

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.