La Velina

Di Paola Bacchiddu

A- A+
La Velina
Balzani cambia immagine: contatto con Sec. La Velina

Ma che è successo alla neocandidata sindaco di Milano, Francesca Balzani? Fresca di ufficializzazione della sua corsa alle primarie, l'assessora al Bilancio del Comune di Milano, sponsorizzata da Pisapia, sembra vivere una repentina mutazione d'immagine.

Non dev'essere piaciuto molto, alla brillante maga dei conti, l'affresco antropologico che di lei, nelle scorse settimane, è stato fatto sui giornali. E come darle torto? “Gioioso sorriso da esattore” (Francesco Specchia su Libero), “Biancaneve” (Gianni Barbacetto sul Fatto), “sciurina coi capelli rapati corti, alla maschietto, le camicette bianche e le scarpe basse: il look perfetto dell’antropologia anti-renziana” (Maurizio Crippa su IlFoglio), “tono acidino” (sempre IlFoglio).

A un certo punto, la candidata deve aver compreso che nei codici della politica contemporanea, l'immagine non è proprio tutto, ma certo è molto. E quindi urge un'operazione di “desuorizzazione”: da suora laica a donna, insomma.

Ed eccola allora sgusciare dalla pelle di tributarista tutto rigore e codicilli, e apparire negli studi di Otto e mezzo e Ballarò a sfoderare sorriso, risate e toni più morbidi.

Su Libero, a Luca Telese, confessa infatti di essere stanca d'essere ritratta come una monaca e si dipinge orogliosamente femmina, con tanto di tacchi altissimi, tre figli, jeans e un marito con cui deve mediare a letto, la notte, sulla luce sul comodino, ancora accesa per leggere.

Ma chi c'è dietro questa straordinaria mutazione comunicativa?

Le solite veline, che tutto sanno e poco capiscono, riferiscono ad Affaritaliani.it Milano che lo staff della Balzani è alla ricerca di una macchina che l'affianchi nella strategia sulla comunicazione: in questi giorni ci sono stati diversi contatti, in questo senso. Ma la sorpresa è che uno di questi è Sec, l'agenzia di comunicazione presieduta da Fiorenzo Tagliabue, ciellino doc ed ex capoufficio stampa di Roberto Formigoni, all'epoca in cui “Il Celeste” guidava la Regione Lombardia. La stessa agenzia a cui si era rivolto anche il sindaco Pisapia, durante la sua corsa alle primarie.

Proprio uno strano cortocircuito politico – figlio di questi tempi confusi – quello che porta la candidata sintesi del mondo arancione a valutare l'ipotesi di affidarsi a CL, mentre la stessa galassia di sinistra accusa il (futuro) candidato Beppe Sala, di essere troppo vicino all'area ciellina.

Tags:
francesca balzanigiuliano pisapiaroberto formigoni

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
La "cosa nera"? L'odio della classe oligarchicofinanziaria no border
di Di Diego Fusaro
AVIS. “Buon sangue non mente”: parte da Milano un originale contest
di Paolo Brambilla - Trendiest
Toninelli, pugno alzato in Aula? L'educazione è data anche dalla laurea
di Ernesto Vergani

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.