La Velina

Di Paola Bacchiddu

A- A+
La Velina
Cocktail Majorino-Micheli. I vip di Sala? Un po’ tirchi. La velina

SALOTTI SI’, SALOTTI NO/ E’ il caso di Pierfrancesco Majorino che aveva giurato a gran voce, durante l’intera campagna elettorale e un po’ dappertutto - nelle periferie, alla mensa della Caritas, nei dibattiti televisivi, nei confronti con gli altri candidati - che lui non era quello dei salotti (riferendosi ovviamente a Giuseppe Sala, per le frequentazioni nei tinelli dell’alta finanza, ma anche a Francesca Balzani, per il circuito radical chic Pisapia-Gad Lerner). Salvo poi organizzare ieri sera un cocktail ad alta gradazione politica con quel gran volpone di Francesco Micheli: nome di quelli che contano nella finanza. Uomo di sistema e di relazioni di alto peso specifico, sempre molto vicino al potere (prima alla Moratti, poi sponsor di Pisapia), oggi presidente di Mito e molto vicino al giglio magico renziano (era uno dei selezionatissimi invitati al matrimonio di Carrai e finanziatore – tramite il figlio Carlo – del Big Bang del premier). Che si saranno detti con Majo?

SALOTTI SI’, SOLDI NO/ E Beppe Sala, quello che invece l’immaginario collettivo identifica come a suo agio nei salotti che contano, come si organizza? Si spera che la serata di ieri all’Anteo col renziano Andrea Guerra e il finanziere Jodi Vender, tra i 200 nomi della finanza chiamati ad ascoltare l’uomo Expo, sia stato un po’ più generoso della famosa cena al Mariott del 20 gennaio scorso, organizzata per finanziare la campagna elettorale di Beppe e su cui Affaritaliani.it scrisse in anteprima. Su oltre 400 invitati hanno aperto il portafoglio solo in 120. Per un magro bottino di 11mila euro, neppure sufficienti a ripianare le spese dell’evento. Pare che l’organizzatore, Giulio Zambeletti, bombardi i partecipanti di mail, allegando l’iban per riaprire la borsa. Che la finanza milanese sia diventata improvvisamente tirchia? Beppe procede comunque incurante verso la meta, mentre il suo comitato si prepara a seguire lo spoglio domenica sabato sera al Teatro Parenti. Prima, però, pare che per chiudere la campagna elettorale questo venerdì, si stia pensando a un teatro periferico vicino a via Caterina Da Forlì, da 500 posti (ma è ancora tutto da confermare). Qualche vip ha già dato la sua adesione: dall’immancabile Paola Turci, al comico Enrico Bertolino. Ancora da convincere invece Gino e Michele e Antonio Albanese…

SONDAGGI SI’, SONDAGGI FORSE/ Alessandro Dalai, famoso editore di Milano e grande sponsor di Francesca Balzani, forse non avrebbe immaginato il putiferio che sarebbe esploso per aver commissionato un sondaggio alla Lorien Consulting sulle primarie. La miccia la accende un quesito che viene formulato al campione degli intervistati, e che inquinerebbe l’esito delle risposte, perché le indirizza marchianamente: «Se coloro che intendono seguire l’endorsement di Pisapia sostenessero effettivamente la Balzani». Boom! Risultati sorprendenti: Sala al 35,1, Balzani al 30,4, Majorino al 17,2.

Apriti cielo. Sulla bacheca fb del capogruppo di Sel Mirko Mazzali (bacheca spesso “bollente” e dove gli animi s’innervosiscono facilmente) volano accuse, ingiurie e contro-accuse. Interviene anche la compagna di Majorino, Caterina Sarfatti: “I sondaggi con i se, l’ultima perla delle primarie più belle d’Italia”, per poi ironizzare “Secondo l’ultimo sondaggio se Majo comincia a tifare una delle due squadre di Milano è al 70%”. Dalai prova a parare i colpi che gli arrivano da ogni direzione, sostenendo che il sondaggio ha una base più che rappresentativa, che se allo staff di Majorino non piacciono i risultati non ci può fare niente, fino a perdere la pazienza a chi lo accusa di essere “la banda del buco”, e rispondere che è un brutto idiota. Nervi tesi della vigilia, e Mazzali, che di mestiere fa l’avvocato, deve precisare: “Guardate che dire che un sondaggio è un tarocco è un reato…”

Tags:
pierfrancesco majorinogiuseppe salafrancesco micheli

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Decreto Salvini, si chiama Mattarella, non mattarello
di Angelo Maria Perrino
Cara Milano, <i>Versace</i> da bere. Il creativo? E' a servizio del profitto
di Maurizio de Caro
A Bruxelles il nuovo ordine erotico genderizzato
di Diego Fusaro

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.