La Velina

Di Paola Bacchiddu

A- A+
La Velina
Comunali, Salvini va da Mardegan. E ora il "giovane" pensa in grande. La Velina

Ora che la pace sembra (apparentemente) tornata, nelle agitatissime acque del centro-sinistra, dopo la parola “fine” alla travagliatissima questione primarie, un grosso interrogativo si sposta sulle altrettanto litigiose latitudini del centro-destra.
Che fine ha fatto il ping pong sulle nomine con cui Berlusconi e Salvini si sono rincorsi per mesi?
Tramontata per sempre l’ipotesi Del Debbio – che comunque non disdegna di parlare di periferie&affini, come nell’ultimo convegno al palazzo delle Stelline – anche l’ultimo nome rimasto in campo, quello di Alessandro Sallusti, sembra essersi polverizzato.

Non sembrava bastare, al direttore del Giornale, il già ferale colpo assestato dagli esiti dei primi sondaggi – una bagno di sangue, a usare un eufemismo. Ora sembra essersi abbattuto anche il ciclone dell’eccentrica compagna, Daniela Santanchè, che con la sua mise alla prima della Scala ha scatenato tastiere sui social, e riempito le pagine dei giornali.

Accanto alla” pitonessa”, infatti, – forse felice di aver cannibalizzato, con la sua trovata, tutti gli altri protagonisti della serata – Sallusti, tra lo spaventato e l’imbarazzato, doveva affrontare la diffusa malignissima domanda: “Ma se manda in giro la sua donna conciata così, come fa a domare un’intera città?”.

Ecco che, allora, nel deserto generale, sembrano manifestarsi quasi delle epifanie, anche se improbabili. Quella del giovane Nicolò Mardegan, ad esempio, fondatore della lista civica NoiXMilano. Galvanizzato dalla presenza di Matteo Salvini, alla recente inaugurazione del suo progetto politico, pare che si sia messo davvero in testa di candidarsi a sindaco del centro-destra. Questo mentre la base leghista s’interroga ancora sul fatto se “Il Capitano”, quel giorno, non avesse per caso sbagliato strada, finendo lì, mentre rientrava a casa (tanto è l’entusiasmo con cui i suoi uomini hanno accolto il gesto).

Ma non ha rinunciato ai suoi propositi di sindaco neppure Simone Crolla, giovane direttore della camera di commercio italo americana, che – come ha già scritto Affaritaliani.it Milano – sembrerebbe piacere molto al Cavaliere, amante dei volti freschi e alla mano e non dispiacere Maroni e Salvini, sempre in lite sulla questione Ncd.

Ma forse chi davvero ha titolarità per parlare di candidatura è l’assessore forzista Giulio Gallera. In fondo, è l’unico che abbia presentato delle idee concrete, che da anni conosce Milano e soprattutto che una qualche progettualità ha dimostrato di saperla mettere in campo. Ad ogni modo, chi vivrà vedrà.

Tags:
salvinivelinapaola bacchiddu

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Hillary Clinton si ricandida alla Casa Bianca: l'ambizione smodata crea mostri
di Marco Zonetti
A Milano rinasce Trattoria Toscana-Elite, multiforme salotto dell'arte
di Paolo Brambilla - Trendiest
La sostenibilità condizione per accesso al cibo nei Paesi poveri

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.