La Velina

Di Paola Bacchiddu

A- A+
La Velina
Pisapia tentenna sulle alleanze. E pensa di chiudere al Pd. Velina

Un altro cambiamento, nel quadro già parecchio confuso di alleanze e aggregazioni politiche, in vista delle prossime politiche. L’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia sembra che stia maturando un profondo ripensamento sul sostegno politico già più volte annunciato del suo Campo Progressista al progetto di centrosinistra del Partito Democratico.

La frenata pare essere nata durante la due giorni di Convention con i radicali all’Ergife di Roma, questo week end. Un’assemblea -  organizzata dalla Bonino e dal segretario dei radicali Riccardo Magi – per riflettere su un’aggregazione politica riformista, europeista e progressista che possa essere di sostegno al Partito Democratico – senza le brusche rotture di Mdp – ma che in qualche modo mantenga una certa autonomia. Progetto che sembra non dispiacere – almeno come idea – ad alcuni interlocutori illustri, presenti nel week end: dal Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, all’ex premier Enrico Letta, per non parlare del verde Bonelli e di Prodi (“presente", a dir la verità, solo con un video).

Ma nelle riflessioni interne a Campo Progressista, a cui guarda con spirito di collaborazione la Bonino, per il momento l’ipotesi di sostenere il Pd si è raffreddata. Complice lo svuotamento sempre più tracimante del Partito – con l’ultima uscita di Pietro Grasso, dopo la fiducia alla legge elettorale - il Pd sembra sempre più simile davvero a quel PDR  (Partito di Renzi) che alcuni editorialisti avevano coniato per fotografare con ironia, ma anche con realismo, la trasformazione della famosa “ditta” del vecchio Bersani, ora in Mdp, col regno incontrastato dell’ex premier toscano.

Anche le dichiarazioni del segretario Renzi alla conferenza programmatica del partito, nel Museo di Pietrarsa di Napoli, sempre lo stesso week end, hanno suscitato ulteriori preoccupazioni in Pisapia. Troppa boria, solita arroganza e mancanza di autocritica, e un messaggio chiaro lanciato alla sinistra che potrebbe rientrare nell’aritmetica delle coalizioni, con l’attuale legge elettorale: qui decido io. Ma intanto, tra le atomizzazioni di Si, Possibile, Mdp e movimento di Montanari e Falcone, quell’operazione di riunione delle anime di sinistra, che tanto sognava Pisapia sembra definitivamente tramontata: e con essa anche gli entusiasmi dell’ex sindaco.

Per ora, comunque, si naviga a vista: tra i continui confronti con i radicali e la prossima Convention di Campo Progressista  il prossimo 12 novembre, i ripensamenti potrebbero non fermarsi qua. Anche in ottica Lombardia, dove la coalizione sta cercando faticosamente di far passare Giorgio Gori, seppur tra mille incertezze e con una resistenza fortissima di Mdp.

Tags:
giuliano pisapiaelezioni regionali lombardia 2018

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Premiato alla Bocconi il Gruppo italiano Epta, leader nella refrigerazione
di Paolo Brambilla - Trendiest
Il Nord che teme la meridionalizzazione del Paese
di Ernesto Vergani
La comunicazione nel canto e del corpo: 3 cose da sapere
di Giancarlo Genise

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.