La Velina

Di Paola Bacchiddu

A- A+
La Velina
Roma e Varese minacciano Milano. I pericoli per l’unità del centrodestra. La Velina

I destini della politica milanese, per il centrodestra, sembrano essere strettamente collegati a una lunga via che parte da Varese e giunge a lambire le latitudini romane. Le solite veline, che poco sanno e nulla capiscono, riferiscono ad Affaritaliani.it Milano che la fotografia del centrodestra compatto su Parisi - con i leader Gelmini, Salvini, Lupi, seduti in prima fila al lancio della candidatura del manager, qualche settimana fa - potrebbe subire degli strappi inaspettati.

Il primo partirebbe da Varese. Con gli scandali sulla sanità lombarda di Rizzi, gli interrogatori della Canegrati che potrebbero rivelare altri nomi pesanti di Fi coinvolti nell’inchiesta, come si mormora da quando la zarina ha iniziato a parlare, e il processo al varesino Maroni, le ripercussioni sulla campagna elettorale milanese sarebbero inevitabili.

Ma c’è un’altra onda, più grossa, la cui risacca potrebbe abbattersi su Milano. Sembra che a Salvini sia stato chiesto da Berlusconi di desistere dalla sua campagna contro il candidato sindaco di Roma Bertolaso. In cambio, tra un paio d’anni, quando si tornerà alle urne per le politiche, l’ex Cavaliere garantisce al segretario della Lega l’investitura ufficiale a leader del centro destra.

Ma Salvini parrebbe non volerne sapere di fidarsi di Berlusconi. Anche perché coi chiari di luna che vive la politica negli ultimi tempi, e la mutazione sempre più rapida degli scenari, molto potrebbe cambiare della situazione attuale. Questo impuntarsi contro Bertolaso potrebbe condizionare anche le elezioni milanesi dove, per il momento, rispetto alla litigiosità del centrosinistra - ancora alle prese con i compromessi per fare sintesi tra tutte le anime della coalizioni (vedi questione Balzani: a proposito, interessante l’incontro tra Sala e Boeri di ieri pomeriggio…) – il centrodestra sembrerebbe essersi furbescamente riunito.

Nel frattempo l’ex Cavaliere avrebbe già depositato a Bruxelles i marchi del nuovo partito pronto a sostituire Forza Italia. Stanco dei litigi dei “big” azzurri, sognerebbe di fare piazza pulita dell’attuale classe dirigente (compresa quella milanese) e imbarcare nuovi volti freschi e non compromessi. L’ennesima speranza frustrata?

Tags:
paola canegatiroberto maronisilvio berlusconi

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Hillary Clinton si ricandida alla Casa Bianca: l'ambizione smodata crea mostri
di Marco Zonetti
A Milano rinasce Trattoria Toscana-Elite, multiforme salotto dell'arte
di Paolo Brambilla - Trendiest
La sostenibilità condizione per accesso al cibo nei Paesi poveri

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.