A- A+
Milano
Lite nel centrodestra sul biglietto: ”Il sindaco di Sesto entra nel Pd?”
Roberto Di Stefano e Alessandro De Chirico

Aumento dei biglietti Atm, visioni contrapposte tra i due forzisti Di Stefano e De Chirico

Volano botte da orbi tra Alessandro De Chirico, consigliere comunale di Forza Italia di Milano, esponente politico vicino all'assessore regionale Giulio Gallera, e Roberto di Stefano, sindaco di Sesto San Giovanni. All'origine del contendere c'è una post su facebook che stamane il primo cittadino ha pubblicato sul suo profilo nel quale si diceva soddisfatto per l'introduzione del biglietto unico di Atm. Il problema è che questa introduzione passerebbe dall'aumento del ticket per i milanesi, da 1,5 a 2 euro. Una buona motivazione, nelle acque già agitate di Forza Italia, per fare baruffa.

Così De Chirico: "Maledetto solleone. Deve proprio aver picchiato forte quest'estate perché di cose bizzarre ne ho sentite tante, ma non avrei mai pensato di leggere che un esponente del centrodestra considerasse una sua vittoria l'aumento delle tariffe ATM per un milione e mezzo di milanesi. Mi sembra assurdo - prosegue il consigliere azzurro - che Roberto Di Stefano, il sindaco di Sesto San Giovanni, gioisca al pensiero che i milanesi dovranno sborsare qualche centinaio di euro in più all'anno per muoversi in città. Mal comune mezzo gaudio? Non penso sia questo il fine che deve perseguire un buon amministratore, che è tenuto a tutelare i propri concittadini senza danneggiare quelli degli altri comuni". "Poi per forza - prosegue De Chirico - ci accusano di essere contigui al PD, ma in questo caso nemmeno di quello può trattarsi visto che anche parte del PD ha contestato il provvedimento. Come non può essere un avvicinamento alla Lega che a sua volta si oppone all'aumento. Insomma non si capisce dove voglia andare a parare il collega forzista e lo invito a schiarirsi le idee. Magari chiedendo consiglio alla sua compagna, mia ex collega di partito, ma ancora all'opposizione a Palazzo Marino, che come me è chiamata a tutelare gli interessi dei milanesi e qualche cosa in proposito potrebbe suggerirglielo. A meno che, ovviamente, in famiglia non stiano differenziando le prospettive politiche e mentre lei è col numerino davanti alla porta di via Bellerio lui non stia pensando ad una carriera nel PD"

A questa dichiarazione risponde Di Stefano, che a passare per quello che difende l'aumento del ticket proprio non ci sta: "De Chirico evidentemente non si è messo la crema solare e ha preso un colpo di sole", spiega Di Stefano ad Affaritaliani.it Milano. Io non ho mai detto che difendo l'aumento del biglietto ma semplicemente che sono per l'introduzione del biglietto unico. Una battaglia che porto avanti da sempre, nel rispetto dei miei concittadini sestesi. E' evidente che strumentalmente mi si accusa di difendere una iniziativa, quella dell'aumento del ticket, sulla quale non sono minimamente d'accordo. Certo che fare politica con simili mezzi...".

Tags:
biglietto atmroberto di stefanoalessandro de chirico


A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Germania, impazza l'ultradestra: AFD supera i socialisti e Angela Merkel trema
di Marco Zonetti
Milano. 2° Salone Internazionale della Canapa dal 28 al 30 settembre.
di Paolo Brambilla - Trendiest
Oli essenziali, ecco perché non puoi farne a meno
di Simone Michelucci

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.