Lombardia/ Kebab chiusi all'una di notte

Mercoledì, 22 aprile 2009 - 10:52:00




Dopo mesi di polemiche il consiglio regionale ha approvato il pdl che regolamenta le attivita' dei Kebab e di ogni altra attivita'
artigianale di vendita dei prodotti alimentari destinati all'immediata consumazione, voluta dalla Lega Nord. Oltre al rispetto delle norme igienico-sanitarie, di sicurezza e inquinamento acustico, i commercianti dovranno esporre e rispettare l'orario di apertura 6-1 e l'elenco delle materie prime utilizzate specificando i prodotti eventualmente congelati. Ai comuni rimane la facolta' di decidere eventuali deroghe specifiche sugli orari di apertura. La nuova legge, oltre ai kebab, andra' a toccare anche pasticcerie, piadinerie, rosticcerie, gelaterie, pizzerie d'asporto e tutte quelle attivita' dove e' possibile effettuare un consumo immediato del prodotto acquistato, senza la somministrazione al tavolo. In caso di svolgimento dell'attivita' in modo non conforme a quello previsto, la sanzione amministrativa pecuniara puo' variare da 516 a 3098 euro e viene assegnato all'autorita' comunale il potere di sospendere l'attivita' per un periodo di tre mesi. Per la violazione dell'orario di apertura, invece, la sanzione prevista varia da 154 a 1032 euro. La legge e' passata con i voti favorevoli di Pdl, Lega Nord. Contrari, Partito democratico, Verdi, Italia dei Valori e Rifondazione Comunista. Duro il commento di Stefano Zamponi (Idv), secondo cui questa sara' ricordata come "la Saffiotti (relatore del provvedimento, ndr) tax" e rappresenta "il prezzo che le persone che lavorano pagheranno alla demagogia della Lega".

"Il provvedimento della Regione che disciplina in modo più rigoroso il rispetto delle condizioni igienico-sanitarie per i negozi di kebab è uno strumento in più. Ma il Comune di Milano, attraverso la Polizia Locale, è già molto attento ai controlli come dimostra il recente sequestro di 5 tonnellate di carne scoperte in un magazzino abusivo della Bovisasca. Da questa settimana inoltre sono in corso ispezioni mirate del Nucleo tutela del consumatore della Polizia Municipale, in collaborazione con l'Asl Veterinaria, nei 350 kebab di Milano. Nei primi 3 mesi di attività congiunta il nucleo ha già effettuato in ristoranti e laboratori artigianali 80 controlli, 15 sequestri di merce per cattiva conservazione, denunciato 25 persone, di cui 16 per frode in commercio, ed elevato 270 verbali per violazione a norme igienico-sanitarie e 184 per altre violazioni".

Lo dichiara il vice Sindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato in merito all'approvazione della nuova legge regionale sulle rivendite di kebab. La legge sulla vendita di alimenti destinati all'immediata consumazione, che impone la chiusura entro l'una a kebab, piadinerie, gelaterie, rosticcerie, pizzerie d'asporto, pasticcerie, per il presidente della commissione regionale Attivita' Produttive e relatore del provvedimento Carlo Saffiotti (Pdl) "non diventera' la Saffiotti tax", come sostenuto dal consigliere dell'Idv Stefano Zamponi. "Nel caso contrario - ha detto Saffotti durante la dichiarazione di voto - sono onorato che il mio nome possa essere associato al fianco di una legge che risponde ai problemi seri dei cittadini". Per il presidente della commissione Attivita' produttive, comunque, "il provvedimento risponde a bisogni che ci sono nella realta', senza sottolineare differenze tra attivita' commerciali e artigianali".

"È una legge inutile e sbagliata, perchá nata dalla volontÖ della Lega di bloccare o ridurre l'attività dei kebab e che rischia di colpire tantissime attivitÖ artigianali come le gelaterie e le pizzerie da asporto". E' questo il commento dei consiglieri regionali del Partito Democratico Ardemia Oriani e Luca Gaffuri, a margine dell'approvazione in aula della legge regionale che pone vincoli alle attività artigianali con somministrazione diretta, come pasticcerie, gelaterie, yogurterie, rosticcerie, piadinerie, kebaberie, pizzerie da asporto, gastronomie in genere, panificazioni. Tra i vincoli introdotti, spiegano gli esponenti del Pd, "quello secondo cui non si potranno assolutamente mettere tavolini o arredi fuori da queste attività, e secondo una interpretazione letterale non si potrà più consumare il prodotto dell'attività artigianale, come il gelato la pizza o il kebab, nelle immediate vicinanze del locale, ma solo all'interno dei locali dell'azienda".

"Si pongono vincoli agli artigiani - proseguono - in attività fortemente gradite dai consumatori per la possibilità di poter disporre di prodotti da consumare freschi e stiamo parlando di un settore che in Lombardia conta seimila attività con 40mila addetti". "E' strano - concludono - discutere ora di una legge molto settoriale quando è già prevista a breve la discussione di un provvedimento complessivo sull'intero settore. Evidentemente i motivi sono sostanzialmente propagandistici".

"Per la campagna elettorale della Lega ci vietano pizza e coca cola. Quello sugli artigiani e' un provvedimento illiberale che Tar e Corte Costituzionale bocceranno presto". E' l'affondo del gruppo dei Verdi in consiglio Regionale, dopo l'approvazione in aula del pdl che regolamenta la vendita di alimenti destinati all'immediata consumazione. "Grazie a un nostro emendamento - spiegano Carlo Monguzzi e Marcello Saponaro - votato dal consiglio, gli esercizi commerciali che somministrano piadine, gelati, focacce, pizze, yogurt e kebab potranno chiudere all'1 e non a mezzanotte". Ma i consiglieri dei Verdi la considerano "una magra consolazione, che non cambia di una virgola il nostro pessimo giudizio sul provvedimento illiberale e contro consumatori sostenuto a spada tratta dalla Lega e da tutto il centrodestra e approvato oggi in consiglio regionale".

"Per la campagna elettorale del partito di Bossi - proseguono - ci vietano pizza e birra: il provvedimento, infatti, contiene tutta una serie di odiose restrizioni e divieti, per esempio quello di somministrazione bibite insieme alla pizza oppure quello di consumare il trancio nei pressi del negozio, divieto valido non solo per i gestori stranieri di fast food etnico, come i kebab appunto, vero obiettivo dei leghisti, ma anche agli artigiani italiani del gelato, delle brioche e della pizza". "Una legge ridicola - concludono Monguzzi e Saponaro - che invece di ampliare i diritti dei consumatori li restringe e che rendera' ancora più insicure le nostre citta' spegnendo le insegne e abbassando le saracinesche".

0 mi piace, 0 non mi piace

Commenti


    
    Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
    Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
    Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
    Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
    Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
    Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
    Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
    Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
    LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

    LA CASA PER TE

    Trova la casa giusta per te su Casa.it
    Trovala subito

    Prestito

    Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
    SCOPRI RATA

    BIGLIETTI

    Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
    PUBBLICA ORA