A- A+
Milano
Massa, fratricidio dopo lite sulla tenuta. Il killer un docente milanese

Massa, fratricidio a villa Massoni: lite su destino residenza

Un'eredità troppo pesante da gestire e un processo in corso. Così i rapporti tra i due fratelli Marco e Piero Alessandro Casonato sono degenerati fino a culminare in una lite fatale. E' accaduto a Massa, nel parco della seicentesca villa Massoni, la residenza nobiliare che dal 1920 era entrata a far parte del patrimonio della famiglia Casonato.

L'assassino è un docente di psicologia della Bicocca

Marco Casonato, 62 anni, docente di psicologia dell'università Bicocca di Milano, ha ucciso il fratello Piero Alessandro, 59 anni, medico del lavoro, investendolo con un furgoncino. Poi è fuggito. Ma dopo poco si è fermato e ha telefonato al suo legale e ai carabinieri per costituirsi. Intanto, gli operai che vivevano nel parco della villa, dove stavano facendo lavori di ristrutturazione, avevano già rinvenuto il cadavere di Piero e avevano dato l'allarme.Marco Casonato era il custode giudiziario della villa, risalente al Seicento, e che da tempo versa in condizioni di degrado, tanto che c'erano state anche proteste degli abitanti del luogo e del Comune, nonché l'intervento della sovrintendenza ai beni storici che aveva sollecitato lavori di recupero. Secondo quanto si è appreso, da tempo i due fratelli sarebbero stati in lite per la villa di proprietà di entrambi. Ieri l'ultimo scontro tra i fratelli pare per i lavori di ristrutturazione che sarebbero stati richiesti solo da Marco Casonato e osteggiati invece da Piero. Come riporta il Giorno, il docente è un uomo schivo. Al centro dei discorsi, Marco Casonato mette sempre le sue ricerche, i suoi scritti: indagava spesso su abusi in famiglia e sindromi di alienazione parentale. I suoi studi lo avevano portato a girare il mondo per convegni, collaborazioni.

La storia della tenura toscana

Villa Massoni, di proprietà dei Casonato dal 1920, quando Giannina Massoni sposa Mario Casonato, fu sottoposta a sequestro nel giugno del 2015 dalla Procura di Massa Carrara che aprì un fascicolo a carico dei fratelli Casonato, con l'accusa di danneggiamento al patrimonio archeologico, storico e artistico nazionale, come previsto dell'articolo 733 del codice penale. Il processo a carico dei due fratelli è iniziato lo scorso 4 ottobre.E nel corso della prima udienza era stato deciso di notificare alla sovrintendenza l'apertura del procedimento e così Il pubblico ministero Marco Rappelli voleva dare la possibilità allo Stato di costituirsi parte civile, per un'eventuale richiesta di risarcimento danni. Che in teoria potrebbe essere di svariate decine di milioni di euro, sempre se la sentenza dirà che la storica dimora è un patrimonio della collettività per il suo valore storico e non un bene privato. E questo procedimento, anche se riprenderà solo tra otto mesi, ha sicuramente creato ulteriori tensioni tra i due fratelli.

Il processo tra i due fratelli

E lo ha sostenuto anche il procuratore capo di Massa, Aldo Giubilar, che ha confermato "la situazione di contrasto tra i due fratelli per la gestione dell'immobile" che si è "acutizzata in queste settimane a causa del processo che i due stavano affrontando". Adesso la Procura di Massa Carrara, come ha spiegato oggi il procuratore, sta provvedendo alla nomina di un altro custode giudiziario per Villa Massoni, che rimane sotto sequestro.Sul fronte dell'indagine, infine, l'avvocato Walter Matarocci, difensore di Marco Casonato, ha dichiarato che il suo assistito "era sotto choc, molto confuso e provato, non aveva realizzato neanche che il fratello fosse morto" e che "sulla dinamica è ancora tutto da chiarire: aspettiamo l'autopsia".

Tags:
massafratricidio


A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Cosa sappiamo dell’attacco dell’Isis in Iran
di Ovidio Diamanti
Abolizione dell’Ordine dei giornalisti? No all’informazione dei salsicciai
di Ernesto Vergani
Decreto Salvini, si chiama Mattarella, non mattarello
di Angelo Maria Perrino

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.