A- A+
Milano
Migranti, maxi operazione in Centrale: decine di persone identificate

Migranti, maxi operazione in Centrale: decine di persone identificate

Servizio straordinario di prevenzione e controllo della Polizia di Stato in zona Stazione Centrale disposto dal Questore di Milano Marcello Cardona e volto al contrasto della situazione di degrado in cui versa la zona.

"La Polizia di Stato - si legge nella nota - presente con equipaggi dei Reparti Mobili di Milano Torino e Padova, con unita' cinofile e del Reparto a cavallo della Questura di Milano e con personale della Polizia Scientifica coordinati tutti dal Commissariato 'Garibaldi Venezia', sin dalle prime ore pomeridiane ha compiuto dei controlli in Piazza Duca d'Aosta, via Vittor Pisani, Piazza Luigi di Savoia e Piazza IV Novembre, ove sono soliti persistere cittadini stranieri, persone senza dimora e cittadini italiani con precedenti di polizia. 

L'attivita' si e' avvalsa della chiusura del varco di accesso dalla piazza alla metropolitana MM per agevolare in sicurezza la procedura di identificazione delle persone presenti sulla piazza. 

LE REAZIONI

"Pieno sostegno al lavoro serio della Polizia di Stato, che in questi minuti sta svolgendo un servizio straordinario di controllo e prevenzione del territorio, disposto dal questore di Milano Marcello Cardona, in zona stazione Centrale. Speriamo che non si tratti di una operazione episodica, ma che si dia continuità a simili controlli, come l'amministrazione e il Partito Democratico chiedono da tempo. Tuttavia, spiace molto vedere che ci sia qualcuno, come Matteo Salvini, che cavalca e strumentalizza situazioni di degrado e difficoltà a fini elettorali, invece di mostrarsi solidale con il lavoro della polizia". Così il segretario del Pd metropolitano, Pietro Bussolati.

"Milano: blitz della Polizia in Stazione Centrale contro il degrado imperante. Lo Stato che ci piace!". Così scrive sui suoi profili Facebook Claudio Pedrazzini, Presidente del gruppo di Forza Italia nel Consiglio regionale della Lombardia.

“Dov’è finita la Milano che accoglie? Quanto successo oggi pomeriggio in Stazione Centrale, dove un gruppo di migranti è stato accerchiato e perquisito dalle forze dell’ordine per il semplice fatto di essere lì, è lontano anni luce dalla Milano città aperta, accogliente e internazionale che abbiamo conosciuto negli ultimi anni. Interventi di questo tipo denotano prima di tutto debolezza e incapacità di includere e servono solo a regalare platea agli sciacalli e alimentare razzismo e paura. La Milano che si sta preparando alla marcia del 20 maggio, con eventi ed iniziative, chiede, anche se oggi è solo il 2 maggio, più accoglienza e meno prove di forza”. Così Sinistra x Milano commenta quando avvenuto oggi pomeriggio nei pressi della Stazione Centrale.

Tags:
operazione sicurezzasicurezza stazione centralebussolati lavoro della polizia









A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
AVIS. “Buon sangue non mente”: parte da Milano un originale contest
di Paolo Brambilla - Trendiest
Toninelli, pugno alzato in Aula? L'educazione è data anche dalla laurea
di Ernesto Vergani
Tim, Altavilla vince ma non convince.Spiraglio per il ripensamento di Gubitosi
di Angelo Maria Perrino

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.