A- A+
The Milan Show-Biz
Fashion Week: Prada femminista, Moschino ricicla. Oggi Diesel e Versace. FOTO
Milano Fashion Week

Milano Fashion Week 2017: oggi sfilano Diesel e Versace

 

Prosegue a ritmo serrato la Milano Fashion Week. Ieri, nella seconda giornata, hanno sfilato ben 14 brand. Ad aprire la giornata è stata la maison Max Mara che ha fatto scendere in passerella la regina Gigi Hadid. Lo stile a cui si rifà il creativo Ian Griffiths è di impronta nordica, prendendo ispirazione da Anita Ekberg e Ingrid Bergman. A farla da padrone il cappotto, elegantissimo con inserti di tessuto e pelliccia di montone, mohair e cashmere. Cammello, marrone, cognac, grigio, nero e rosso sono i colori della palette del brand emiliano. Gonne strette al ginocchio, pantaloni e giacche con accenti maschili convincono i buyer presenti.

La donna di Genny per l'autunno/inverno 2017/18, disegnata dalla brava Sarà Cavazza è un tuffo nostalgico ai magnifici anni '80, quelli della "Milano da bere". Un look impreziosito di dettagli e decori inspirati alle linee e ai colori dell'arte francese. Tutto si gioca sulle spalle accentuandone i volumi, mentre la silhouette è allungata o con pantaloni stretti alle caviglie o con le vita di giacche e cappotti assottigliate.  Belli gli inserti di Swarovski.

Da Luisa Beccaria sfilano sul catwalk i diamanti di Tiffany&Co. accostati con gusto agli abiti della stilista per un mix moderno di stile e glamour.

Omaggio alla sapienza artigianale italiana da Fendi. Karl Lagerfeld mette in scena leggerezza e creatività. Abiti leggeri, trasparenti, disegnati dalla mano di un Angelo. Sopra i top o sotto i capo spalla, donano alla donna una silhouette perfetta. Pelli e pellicce sono l'inno all'artigianalità italiana rimarcata dalle splendide borse di tracolle decorate o di pelliccia. La novità è il modello Run Away a due scomparti e con la scelta dei colori perfetta.

Da Vivetta vanno in scena capi dal sapore retrò ispirati alle atmosfere del circo degli anni '40. Ecco allora sfilare pantaloni al ginocchio con ampie rouches e corpetti allacciati. La stampa che la fa da padrone è quella geometrica a V, alternata a quelle di ispirazione surrealista e decò. Malinconici Pierrot compaiono su pantaloni in denim o al posto dei tacchi.

Marco Giorgetti riprende i codici del Maestro fiorentino Emilio Pucci e li attualizza all'estetica moderna. Un mondo di colori che ha reso celebre il marchio. Verde, rosa e arancio sono le tinte protagoniste sulla passerella. La silhouette affusolata è lunga si rifà agli anni '70. Tanto Jersey sugli abiti drappeggiati che si alternano a tailleur pantaloni. Il paisley è il motivo della stagione. La sfilata è un viaggio attorno al mondo della moda con tanto di trolley e cappelliere.

Les Copains presenta una donna avvolta in calde lane, grigi e trasparenze. Uno stile giovane, contemporaneo e deciso, fatto di maglioni maxi, pantaloni con bande laterali e gonne da portare con disinvoltura e nonchalance.

Miuccia Prada mette in scena la casa delle donne: letti con lenzuola a fiori e manifesti incendiari che ricordano le proteste femministe. La donna immaginata da Prada per il futuro autunno/inverno è un mix tra seduzione e grinta, lotta e orgoglio. Ai capi decisamente femminili come l'abito in mohair rosso, il completo di angora a fiorellini  e il vestito di frange di cristalli, si sovrappongono le sciarpe artigianali, gli stivaletti di pelo da indiano e i cappellini di pelle. Per una donna decisa, sicura e indipendente.

Jeremy Scott per Moschino è un inno al riciclo. Tutto, ma proprio tutto, può essere usato e trasformato. Ironia e divertimento per il fashion show più creativo e divertente andato in scena. Gli oggetti più strani e improbabili diventano accessori di moda: ecco il coperchio della spazzatura trasformarsi in un cappello, la carta millebolle in fiocchi per capelli...e poi i vestiti in juta e occhiali di cartone pressato, cappellini british e bon ton a forma di scatoline, orologi e cartacce appiccicati sugli abiti. Un'esagerazione studiata nei minimi dettagli, un messaggio di ecosostenibilità che ci riporta con i piedi per terra.

Oggi in scena: Diesel Black Gold, Emporio Armani, Lucio Vanotti, Sportmax, Krizia, Etro, Blugirl, Tod's, Marco De Vincenzo, Versace, Aigner, Vionnet. Chiude la giornata Situationist.

Tags:
milano fashion week

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Collo e décolleté: tutti i segreti per contrastare i segni del tempo
di Simone Michelucci
Alberto Pezzini rilancia il turismo a Sanremo con "Futura Sanremo"
di Paolo Brambilla - Trendiest
Genitore 1 e genitore 2? Siamo tutti atomi unisex pansessuali e panconsumisti
di Di Diego Fusaro

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.