A- A+
Milano
Milanesi maniaci di smartphone: il 40% lo usa in metropolitana

Dopo l’indagine ComScore resa nota il 12 settembre scorso, secondo la quale il 18% degli italiani possiede un iphone, ora giungono dati freschi e approfonditi sul tema della marche di elettronica in uso ai milanesi a opera del giornalista Luca Siani che divide la sua attività fra Italia e Colombia. Pubblicati sull’ultimo numero della rivista specializzata HiTech, i dati rilevati sulle metropolitane milanesi confermano che 4 utenti milanesi su 10 (per l’esattezza il 40,6%) utilizzano cellulari e smartphone. Per quanto riguarda le marche, Il 36,4% di coloro che viaggiano sulle linee della MM possiede un Samsung, il 33% un iphone avvicinando per l’azienda di Cupertino i dati UK (39,2%) e USA (45,6%).

Continuando l’analisi si nota che il 14,6% dei viaggiatori utilizza un Huawei; il 3,6% un LG; il 3,4% un Nokia/Microsoft (Nokia da sola si attesta al 2,4%); il 2,4% un Asus; l’1,2% ciascuno per Sony e per Wiko. Seguono Microsoft all’1%, Meizu con lo 0,7%; Alcatel e Blackberry con lo 0,4%; Mediacom e Xiaomi con lo 0,3%. Il 29% degli utenti in metropolitana naviga ed opera (esclusa messaggistica e chat) sui social; il 26,7% “messaggia/chatta” (escluse e-mail all’1,7% ed sms); il 20,2% ascolta musica (di cui il 12,6% con YouTube e il 29,1% con Spotify); l’8,6% gioca; il 3,2% compie ricerche su vari motori (su Safari va il 20% dei curiosi “marinai del web”); il 2,1% utilizza i cellulari/smartphone solo per chiamate ed SMS; l’1,3% utilizza applicazioni su trasporti e turismo; l’1,2% scatta selfie.

Seguono siti/applicazioni di e-learning, momenti di lavoro virtuale, persino sesso/erotismo/pornografia nonostante la mancanza di privacy. Per quanto riguarda i social (escludendo messaggistica/chat), l’86% degli utilizzatori preferisce Facebook, seguiti dal 13,6% con Instagram e dallo 0,4% con Twitter. Per messaggistica e chat l’87% dei veloci “digitatori” predilige WhatsApp; il 4,6% si divide equamente fra SMS e We Chat; l’1,8% fra Snapchat e Telegram; lo 0,5% usa Viber. Fra i giochi stravincono le caramellose bollicine di Candy Crush con il 28,8%; Clash of Clams e Clash Royale si attestano al 6,1% ognuno, i solitari di carte al 4,5%; i giochi di carte (soprattutto Scala 40 e Tressette) al 3,1%. L’intramontabile Tetris resiste all’1,5%. I possessori di Samsung si dividono alla pari fra utilizzo di Facebook e WhatsApp; gli amanti della mela morsicata danno una leggera maggiore preferenza a WhatsApp. Intervistati sull’uso degli smartphone in generale, i passeggeri confermano la scelta dell’e-commerce con il proprio smartphone al 66,4%.

Tags:
milanesismartphone


A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Pace fiscale, un atto civile e di welfare nazionale. Ecco perché
di Alberto De Franceschi
Migranti assunti per combattere il caporalato. E i giovani italiani?
di Diego Fusaro
Intervista sulla Cina. Come convivere con la nuova superpotenza globale.
di Paolo Brambilla - Trendiest

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.