A- A+
Milano
Milano, extracomunitari aggrediscono le forze dell'ordine in Stazione Centrale
Stazione Centrale: militari circondati dagli extracomunitari (foto: Luca Lepore via facebook)

Momenti di tensione tra immigrati e forze dell'ordine in Stazione Centrale a Milano: secondo le prime ricostruzioni alcuni extracomunitari che stazionano abitualmente in piazza Duca d'Aosta avrebbero aggredito i militari impegnati nel pattugliamento della città nell'ambito dell'operazione "Strade sicure".  L'uomo che questo pomeriggio alle 14.45 circa ha aggredito un militare e' un 27enne senegalese, titolare di permesso di soggiorno per motivi umanitari, e' gia' segnalato in banca dati per qualche precedente per droga. Dai primi accertamenti verosimilmente si tratta di una persona con problemi psichici. Dopo essersi avvicinato al militare non ha fornito i documenti e all'arrivo dei carabinieri ha tentato la fuga, venendo subito bloccato. L'episodio ha richiamato l'attenzione di un centinaio tra curiosi ed extracomunitari, alcuni dei quali hanno inveito contro i militari, lanciando oggetti, tra cui una bottiglia in vetro che ha colpito un'autoradio dei carabinieri. L'uomo e' stato arrestato per resistenza, violenza e lesioni a P.U. Sono rimasti lievemente contusi un carabiniere e un militare dell'Esercito.

"Ennesima rissa in Stazione Centrale. Senza parole..... dopo pochi mesi accanto al presidio dei militari. immigrazione fuori controllo...", è il commento dell'assessore alla sicurezza del Municipio 2 Luca Lepore, tra i primi a documentare e diffondere immagini del controverso episodio su facebook. Commenta Silvia Sardone, consigliere comunale di Forza Italia: "Quanto accaduto oggi pomeriggio in stazione Centrale è gravissimo". Sardone parla di una "situazione di delinquenza e degrado veramente vergognosa che dura da tempo". E prosegue: "Possibile che il Comune voglia continuare a lasciare la stazione e le tre piazze che la circondano in queste condizioni? Centinaia di immigrati, spesso clandestini, bivaccano nei giardini, il più delle volte ubriachi. Tantissime volte ci sono state operazioni delle forze dell'ordine per risse, aggressioni, scippi e crimini di vario tipo. La porta di Milano è ormai un far west, preda di queste persone che si sentono padrone della zona. Intanto milanesi e pendolari sono costretti ad assistere a scene non degne di un Paese civile. Ormai anche un semplice controllo può sfociare in momenti di tensione, mettendo a repentaglio la vita di agenti e militari. E' necessario che il Sindaco si svegli dal suo sonno continuo e incominci a pensare seriamente ai problemi della città, intervenendo con velocità e serietà per bonificare questa zona".

Tags:
stazione centrale aggressionestazione centrale extracomunitari militari


A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Migranti, le frasi ad effetto del premier Sanchez
di Diego Fusaro
Pietrasanta e la scultura contemporanea. Iginio Balderi: geometrie della forma
di Paolo Brambilla - Trendiest
Caro Saviano, Cristo cambiò il mondo vivendo in povertà
di Ernesto Vergani

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.