A- A+
Milano
Milano, municipio 9: il Pd chiede le dimissioni del presidente Lardieri
Giuseppe Lardieri

Milano, municipio 9: il Pd chiede le dimissioni del presidente Lardieri

"Le tensioni interne alla maggioranza e i continui litigi stanno bloccando l'attivita' del Municipio 9": con queste parole  Stefano Indovino, capogruppo del Pd in Consiglio di Municipio, ha chiesto le dimissioni del presidente Giuseppe Lardieri. Dopo la mancata elezione del Presidente della Commissione Politiche Sociali leghista di martedi' scorso, la maggioranza non ha garantito il numero legale nelle due commissioni convocate mercoledì: "Lega, Milano Popolare e Fratelli d'Italia sono rimasti a casa", prosegue la nota. "Lo spettacolo e' desolante - continua Indovino - siamo alla scelta dell'immobilismo come strategia di guerriglia per piccole beghe di poltrone, contro l'interesse dei cittadini e il senso di responsabilita' per l'istituzione. Inutile provare a mettere la polvere sotto il tappeto, il presidente Giuseppe Lardieri prenda atto del fatto che non ha piu' una maggioranza e si dimetta". "In Municipio 9 non c'e' piu' una maggioranza - dichiara la segretaria metropolitana Silvia Roggiani - I segni di cedimento si erano gia' visti nell'ottobre 2017 con le dimissioni di Presidente e vicepresidente della Commissione Sicurezza. Siamo arrivati al punto di una giunta litigiosa e ostaggio di rappresaglie, che bloccano l'azione amministrativa. Questa maggioranza ammetta di non essere piu' nelle condizioni di rispondere ai bisogni dei cittadini e vada a casa", conclude la segretaria Roggiani.

Commenta il consigliere comunale di Forza Italia Alessandro De Chirico: "Capisco che a Indovino, candidato presidente del centrosinistra nel 2016, bruci ancora la sconfitta elettorale, ma non capisco le dichiarazioni della neo-segretaria metropolitana del Partito Democratico che forse ignora che l’azione amministrativa di tutti i 9 Municipi sia imbrigliata da un regolamento fortemente voluto dal suo partito e che, di fatto, ha reso i Municipi un inutile ente che dal Comune non viene minimamente ascoltato. Mi vien da ridere nel leggere di un fantomatico poltronificio quando è stata la riforma del decentramento a creare 27 assessorati municipali che, senza portafoglio, sono inutili. Per non parlare dei consiglieri dei 9 parlamentini che passano il tempo a discutere di mozioni su macrotemi politici, temi etici, buche nelle strade e che danno pareri che nessuno della giunta comunale nemmeno leggerà. Al di là delle sterili polemiche di piccolo cabotaggio, dal PD mi aspetterei di leggere una seria riflessione per apportare correttivi al decentramento. A Giuseppe Lardieri, esprimo piena fiducia e l’invito ad andare avanti nella sua azione amministrativa molto apprezzata dai cittadini del Municipio che amministra, tra tutte le iniziative legate alla riapertura di Villa Litta e il dialogo costante per far conoscere gli aggiornamenti dei tanti progetti di sviluppo urbanistico del Municipio 9".

Commenti
    Tags:
    municipio 9silvia roggianigiuseppe barbieri








    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Via della Seta, una figata per l’Italia
    di Angelo Maria Perrino
    Borsa Italiana. ISAGRO alla STAR Conference parla di futuro
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    LIPOFILLING, dalla chirurgia ricostruttiva a quella rigenerativa
    di Mariella Colonna


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.