A- A+
Milano
"Milano non odia": 5mila sotto la pioggia per Liliana Segre
(foto: Matilde C via facebook)

"Milano non odia": 5mila sotto la pioggia per Liliana Segre

"Milano non odia: insieme per Liliana": oltre 5mila persone secondo le stime degli organizzatori hanno sfidato la pioggia battente rispondendo all’appello per una mobilitazione pacifica in solidarietà della senatrice Liliana Segre, colpita da minacce, promossa dalle associazioni Bella ciao, Milano!, Anpi e Aned. Al presidio davanti al Memoriale della Shoah, lanciato nella giornata di venerdì 8 novembre su Facebook - che in tre giorni ha raggiunto le adesioni di oltre 12mila cittadini -. hanno aderito quasi 100 sigle, tra forze politiche e anime del mondo civile e dell'associazionismo. Per manifestare affetto e vicinanza alla senatrice, sopravvissuta di Auschwitz, i cittadini e le cittadine presenti hanno utilizzato l'immagine del giglio, un fiore bianco simbolo di purezza, innocenza e candore, ma anche di fierezza e orgoglio, dal quale deriva proprio il nome di Liliana. Presenti anche i figli della senatrice Federica, Luciano e Alberto.

Dopo i saluti istituzionali della vicesindaca Anna Scavuzzo e il canto di Bella ciao intonato da Checcoro in tanti (esponenti di associazioni, partiti e cittadini comuni) hanno voluto esprimere messaggi di pace e solidarietà, leggendo testimonianze, poesie, stralci di canzoni e racconti.

"Milano non odia. Insieme per Liliana: un popolo di 5000 questa sera ha voluto manifestare di non essere indifferente e di restare al fianco di una donna simbolo di resistenza civile, che la nostra città non vuole lasciare da sola", è il commento del Pd milanese.

La manifestazione ha avuto consensi politici trasversali: presenti delegazioni dei Cinque Stelle e di Forza Italia. Così una nota degli azzurri: "Il nostro movimento, da sempre a fianco di Israele, contro ogni tipo di discriminazione e contro ogni forma di odio, rinnova la vicinanza al popolo ebraico e alla Segre, vittima negli ultimi giorni di assurdi attacchi e minacce".

Sala: "A Milano non c'è spazio per chi odia e disconosce la storia"

"Ieri sera la nostra citta' ha dimostrato, ancora una volta, che non c'e' spazio per chi odia e disconosce la storia". Cosi' il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha commentato sulla sua pagina Facebook la manifestazione che si e' tenuta ieri sera, davanti al memoriale della Shoah, a sostegno della senatrice a vita Liliana Segre, a cui hanno preso parte secondo gli organizzatori 5 mila persone. "La testimonianza di Liliana Segre merita solo il nostro rispetto e la nostra riconoscenza - ha concluso -. A Milano questi sentimenti sono radicati".

Loading...
Commenti
    Tags:
    milano non odia insieme per lilianaliliana segreantisemitismorazzismomanifestazione pro segre milanocircolo pd bella ciao milanoanpianedsegre minacce

    Regione Lombardia Video News










    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Le capitali europee meno gettonate da visitare a Natale
    Johnson come Churchill: rilancia l'asse con gli Usa e si libera dell'Europa
    La moltiplicazione dei genitori
    di Annamaria Bernardini de Pace*


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.