A- A+
Milano
Moda, Milano diventa "XL" con la "Festa della creatività italiana"
Milano XL: il "Festival della creatività italiana"

Dieci giorni in concomitanza con la Settimana della moda milanese per celebrare l'eccellenza italiana in questo settore, riscoprendo singolarita' come l'oreficeria e gli accessori, che di solito organizzavano grandi eventi a parte rispetto alla Fashion Week: si chiamera' 'Milano XL' e sara' "la festa della creativita' italiana". Il progetto, che comprende anche 7 spettacolari installazioni nel centro di Milano, e' stato presentato questa mattina in Sala Alessi a Palazzo Marino, sede del Comune. Ed e' stato possibile grazie ad un accordo tra il Ministero dello Sviluppo Economico, l'Amministrazione, Confindustria e la fondazione Altagamma e con la collaborazione dell'Agenzia Ice. Sono "due gli aspetti importanti che emergono" ha osservato il sindaco Giuseppe Sala: "La prima e' riunire tutti i settori intorno alla moda e alla Fashion week. Dagli occhiali alla pelletteria alle altre componenti cioe' tutti gli affluenti del grande fiume della moda si riuniranno per creare ancora piu' attenzione a livello internazionale. La seconda cosa e' la volonta' di aprire alla citta'e ai cittadini alcune installazioni scenografiche che saranno un inno e una festa per il saper fare italiano". "Sara' una settimana aperta alla citta' e con tutte le componenti assieme" ha sottolineato il Sindaco. A chi, fra i giornalisti, gli ha obiettato pero' che siamo ancora lontani dal Fuori Salone, ha risposto: "Sono settori diversi. Che si prestano in maniera diversa a questa idea, pero' dobbiamo anche considerare che rispetto a qualche anno fa la moda sta facendo uno sforzo di apertura".

Del lavoro di squadra e dell'attualita' del progetto culturale elaborato per 'Milano XL' ha parlato con l'Agi la vice presidente di Confindustria per l'Internazionalizzazione, Licia Mattioli: "Abbiamo cercato di fare squadra tra le associazioni che fanno parte del sistema per rendere questa settimana l'evento in assoluto per la moda e per il Paese." In Italia, secondo Mattioli non "siamo carenti nel fare" ma lo siamo "nel parlare di quello che sappiamo fare", quindi questa settimana dedicata all'apertura all'esterno del mondo del fashion potra' aiutare ad uscire dai circoli chiusi dell'haute couture: "Per una volta si parlera' del 'sistema 'persona' che c'e' intorno alla moda", ha concluso. Presente all'evento di stamattina anche il Sottosegretario allo sviluppo Economico, Ivan Scalfarotto, che ha ricordato alcune cifre del settore: "Alla Fashion week di Milano saranno presenti tra fiere, sfilate e installazioni soggetti che fatturano in totale oltre 104 miliardi di euro di cui 64 su mercati esteri, impegnando oltre 600mila addetti e 70mila aziende lungo l'intera filiera".

Tags:
milano xlfestà della creatività italianamilano fashion week


A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Manovra, non Tria ma i tecnici del Mef nel mirino M5s: "Nascondono i soldi"
di Angelo Maria Perrino
Te lo do io lo spread
di Angelo Maria Perrino
Se Tria non condivide, si dimetta
di Angelo Maria Perrino

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.