A- A+
Milano
Moriero: dal derby di San Siro a... San Benedetto!
Francesco Moriero

di Lorenzo Zacchetti

Quando Inter e Milan, entrambe sue ex squadre, entreranno in campo a San Siro per un derby che già da tempo registra il tutto esaurito, lui sarà di ritorno da Renate, provincia di Monza-Brianza, dove la sua Sambenedettese conta di proseguire la scalata alla classifica del girone B della Serie C.

Sono tantissimi i giocatori che hanno indossato sia la maglia nerazzurra che quella rossonera: a cominciare dal mitico Peppino Meazza, al quale è intitolato lo stadio di San Siro, passando per nomi celebri come quelli di Ronaldo, Ibrahimovic, Baggio, Vieira, Pirlo e Seedorf.

Una delle storie più particolari è proprio quella di Francesco Moriero, che tutti ricordano come “sciuscià” di Ronaldo nelle frequenti esultanze dell'Inter che vinse la Coppa Uefa del 1997/98, perdendo lo Scudetto dopo il controverso scontro diretto con la Juventus (segnato dallo storico caso da moviola tra Iuliano e lo stesso Ronaldo).

Quasi nessuno, al contrario, ricorda che Moriero è stato un giocatore del Milan... anche se per pochi giorni. Nell'estate del 1997 regnava una certa confusione nella Milano rossonera, reduce da una fallimentare stagione nella quale Tabarez era stato sostituito in corsa dal ritorno di Sacchi. Tesserare “Checco” Moriero, che si era appena svincolato dopo un convincente triennio nella Roma, pareva decisamente un buon affare. E così è stato.

Ma poco dopo Berlusconi e Galliani hanno scelto di affidare la squadra a Capello, che aveva idee decisamente diverse dai suoi precedessori sia sul gioco da adottare, sia sulla scelta degli interpreti. Era considerato fondamentale l'acquisto del difensore centrale André Cruz, tesserato dal Napoli, ma che già aveva firmato un pre-contratto con l'Inter. Per lasciare andare il brasiliano a Milanello, i nerazzurri chiesero di avere Moriero in comproprietà, alla cifra simbolica di un milione di lire. Nel novembre successivo, l'Inter riscattò anche la seconda metà del suo cartellino, valutata 5 miliardi di lire, nell'operazione che vide Ganz percorrere il tragitto opposto, dai nerazzurri ai rossoneri.

A guadagnarci è stata senza dubbio l'Inter, che con Moriero scatenato sulla fascia ha sfiorato una storica doppietta in Italia e in Europa. Sulle ali dell'entusiasmo per le sue giocate spettacolari, gli si sono aperte le porte della nazionale, con cui alla soglia dei trent'anni ha partecipato al mondiale '98, rinverdendo la tradizione delle grandi ale destre come Franco Causio e Bruno Conti.

Nel 2000 ha lasciato l'Inter per trasferirsi al Napoli, la prossima avversaria dei nerazzurri nel  campionato in corso...

Per sapere cosa è successo dopo, clicca QUI

Tags:
francesco moriero oggichecco morieroderby inter milan


A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Le marchette di Maurizio Martina
di Angelo Maria Perrino
L'Associazione Milano Vapore propone programmi culturali innovativi in città
di Paolo Brambilla - Trendiest
La vignetta: quelli del Pd? Bestie rare...

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.