A- A+
Milano
Olimpiadi 2026, la doppia morale dello Stato sull'autonomia (e sui soldi)
Olimpiadi

ASCOLTA LA RUBRICA "PINOCCHIO" OGNI GIORNO SU RADIO LOMBARDIA (100.3), IN ONDA ALLE 19.10 DURANTE IL PROGRAMMA DI APPROFONDIMENTO "PANE AL PANE" E IN REPLICA IL GIORNO DOPO ALLE 6.45

C'era una volta lo Stato. Io vorrei capire come fa a non scoppiare un problema politico per questa cosa delle Olimpiadi. Mi spiego. La candidatura di Milano e Cortina è la candidatura dell'Italia alle prossime Olimpiadi Invernali. Una candidatura che probabilmente ce la farà. E quindi vincerà il nostro Paese. Non solo Milano e Cortina. Così come quando Raggi rinunciò alla candidatura di Roma, fu l'Italia a rinunciare. In Lombardia e in Veneto, peraltro, governa la Lega. Cioè, la stessa forza di maggioranza che governa anche a Roma. E a Roma chi gestisce la vicenda dei giochi si chiama Giancarlo Giorgetti, che della Lega è uno dei plenipotenziari. Insomma, sembrerebbe la stessa barca. E invece no. Perchè il governo ha detto a Milano e Cortina che facciano loro, che lo Stato non ci mette né il becco ma soprattutto non ci mette i soldi. Dunque, lo Stato se ne frega. E i conti devono pagarli Milano e Cortina. Come principio generale non è neanche tanto sbagliato: vuoi un grande evento? Pagalo e gestiscilo, e tutto quel che produci è tuo. Ma se questo è il principio, allora lo Stato dovrebbe permettere al Nord di mantenere il suo residuo fiscale. Dovrebbe mandare avanti l'autonomia, battaglia leghista, sulla quale tutto tace da un bel po'. E non dovrebbe fare il reddito di cittadinanza: io sono milanese, qui lo si sfrutterebbe poco. Secondo il principio enunciato prima: vuoi i grandi eventi, pagateli. Vuoi il reddito, vai a lavorare. Vai a lavurà. Del resto, è esattamente il motto di chi vive sotto la Madonnina.

Commenti
    Tags:
    olimpiadiautonomia








    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Cresce l’Automotive per le aziende, il noleggio lungo termine è in testa alle
    di Elena Vertignano
    Migranti, Papa Francesco e il Vangelo secondo Soros
    di Diego Fusaro
    Strasburgo, vittime e carnefici nell'Europa dei sensi di colpa
    di Maurizio de Caro

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.